Andrea Pirlo
Andrea Pirlo

Torino, 3 aprile 2021 - E' un'altra giornata amara per Andrea Pirlo e la sua Juventus. Altro giro, altri punti gettati al vento dalla Vecchia Signora, che a furia di occasioni perse rischia di vedersi scivolare via dalle mani la qualificazione alla prossima Champions League. "Quando non vinci, non puoi essere soddisfatto. C'è da lavorare e da migliorare. Stiamo cercando di farlo, però abbiamo bisogno di vincere per ritrovare serenità - il commento al termine del derby della Mole del tecnico bianconero - E' normale che non siamo contenti di come sta andando la stagione". 

Cali di concentrazione

Uno dei problemi maggiori di questa squadra, come evidenziato dallo stesso Pirlo, sono i continui cali di attenzione. "Ho visto orgoglio un po' a intermittenza, ci complichiamo le gare da soli. Ci sono errori che stanno capitando un po' troppo spesso. Dobbiamo capire che non possiamo perdere la concentrazione neanche un secondo in questo momento, perché ogni volta che regaliamo palla su qualche disimpegno poi alla fine prendiamo gol. Dopo la seconda rete loro comunque abbiamo ripreso in mano la partita. La reazione c'è stata e abbiamo creato diverse occasioni". 

"Con il Napoli come una finale"

Contro il Napoli, nel recupero in programma per mercoledì, è vietato sbagliare. "Diventa una finale, perché abbiamo l’obbligo di vincere per restare attaccati alle prime. Il reintegro di Arthur, Dybala e McKennie?Non ci ho ancora pensato - sottolinea Pirlo - Al momento ho altri pensieri ed ero concentrato sulla partita. Riguarderò la partita e poi vedremo cosa succederà nei prossimi giorni. Ora dobbiamo recuperare, ci sono tanti giocatori che hanno viaggiato per gli impegni in Nazionale e sono stanchi. Mercoledì è una gara fondamentale e dobbiamo arrivarci al 100%". 

Leggi anche: I risultati della 29° giornata