Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

Torino, 14 dicembre 2018 - Non arrivano buone notizie per la Juventus dall'infermeria. A fare il bollettino medico in vista del derby della Mole di domani sera ci ha pensato Massimiliano Allegri, intervenuto nella classica conferenza stampa di vigilia. "A Cancelo stamattina si è bloccato il ginocchio. Menisco mediale interno, stasera o domani verrà operato e sarà a disposizione dopo la sosta. Cuadrado - aggiunge il tecnico bianconero - ha un problema al ginocchio e verrà valutato per decidere se rientrerà con la squadra o anche per lui ci sarà bisogno di un intervento. Ci sono però notizie positive: rientra Emre Can, Khedira lo farà la prossima settimana e Spinazzola sta bene".

DUBBI DI FORMAZIONE - Gli infortuni di Cancelo e Cuadrado portano a delle scelte forzate sugli esterni di difesa. "A destra giocherà De Sciglio e a sinistra Alex Sandro. Chiellini torna dal primo minuto. L'unico dubbio potrebbe essere tra Bonucci e Rugani - sottolinea Allegri - Pjanic? Non è in difficoltà, l'ho sostituito qualche volta perché con i tre davanti fa più fatica. Per noi comunque è un giocatore determinante, ci dà tempi di gioco e domani giocherà sicuramente. Il dubbio è tra Emre Can e uno a destra che può essere Bernardeschi o Douglas Costa. Ronaldo? Ronaldo salterà una delle tre tra Roma, Atalanta e Sampdoria. Ci ho parlato e gli ho detto che in una delle tre lo tengo fuori".

L'IMPORTANZA DEL DERBY - Chi come CR7 e Chiellini (che Allegri ha definito "il miglior difensore del mondo", ndr) non starà fuori contro il Torino è Mandzukic. "Mario in allenamento oggi era il più fresco. Ha un motore diverso, si è riposato un mese, ora sta bene e domani gioca". Troppo importante il derby per rinunciare a giocatori del genere. "È una stracittadina, giochiamo contro una squadra che ha perso solo tre volte in campionato e che sta facendo molto bene. Anche contro il Milan ha fatto una bella partita. Noi dobbiamo dare continuità ai risultati, abbiamo quattro gare da qui alla fine del girone d'andata. Domani sarà una sfida difficile, dove dovremo trovare le energie giuste per affrontare l'avversario".

Energie, soprattutto mentali, che forse sono mancate contro lo Young Boys. "Non si può pensare di vincere tutte le partite, l'altra sera poi obiettivamente ci siamo fatti gol da soli sul rigore e abbiamo subiot la seconda rete su ripartenza - ricorda Allegri - Abbiamo fallito sei/sette occasioni, abbiamo preso una traversa, ci è stato annullato un gol giustamente. Non siamo stati brillantissimi, ma non meritavamo di perdere. Detto questo, gli obiettivi sono la cosa più importante". E ora la Signora ne ha uno davanti ben preciso: mantenere o se possibile aumentare il distacco sulle inseguitrici.