Dijks in azione
Dijks in azione

Torino, 16 marzo 2019 - Un Bologna corsaro raccoglie tre punti pesantissimi, in chiave salvezza, contro un Torino che fino all'ultimo secondo di una partita eterna (sei minuti di recupero) ha provato a portare a casa un risultato favorevole per la sua corsa verso l'Europa, ma senza successo. Succede di tutto durante la partita dell'Olimpico.

Serie A, i risultati del sabato. Classifica aggiornata

PRIMO TEMPO - Il Bologna parte subito fortissimo e infatti dopo quattro minuti Lyanco trova il gol, giustamente annullato dall'arbitro per un fuorigioco millimetrico. Sul ribaltamento di fronte, al 6' un tiro apparentemente innocuo da parte di Ansaldi da fuori area, viene deviato da Erik Pulgar dentro la propria porta: vantaggio per il Torino. Dopo il gol granata il Bologna ci prova con tutte le proprie forze a riacciuffare un pareggio, e così al  29' su un cross di Rodrigo Palacio, Andrea Poli (da poco subentrato a Dzemaili) insacca di testa. Appena 5 minuti dopo il pareggio firmato da Poli, il Bologna ottiene un calcio di rigore trasformato da Pulgar al 34'. Rigore che inizialmente l'arbitro Mariani non aveva convalidato ma, richiamato dal Var, ha potuto constatare il netto fallo di mano in area granata da parte di Meitè. Alla fine del primo tempo il Bologna chiude in vantaggio per due reti a uno.

SECONDO TEMPO - Il Torino entra in campo molto aggressivo alla ricerca del pareggio. Il Bologna dal canto suo ha sfruttato molto bene il proprio contropiede trovando l'ipotetico terzo gol con Sansone, gol prima convalidato, poi annullato dall'arbitro (sempre per fuorigioco) dopo un'attesa di quasi quatto minuti. Il Bologna dopo la doccia gelata non si è disunito e al 64', grazie ad un recupero sontuoso di Soriano a centrocampo, è ripartito come sempre in contropiede con Rodrigo Palacio, il quale ha appoggiato per Riccardo Orsolini, bravissimo a trafiggere senza nessun tipo di indugio il portiere del Toro Sirigu. Sul tre a uno per i rossoblù la partita sembrava finita, invece all' 88' Lyanco si fa cacciare per doppia ammonizione, lasciando i suoi in dieci. Appena un minuto dopo l'espulsione del difensore brasiliano del Bologna, il Torino accorcia le distanze con Izzo, complice una papera di Skorupscki, sfortunato nel deviare dentro la sua porta un colpo di testa facile da parare. Nei sei minuti di recupero il Bologna è riuscito a tenere palla grazie ad un immenso Rodrigo Palacio, molto abile nel far respirare la squadra.

La cura Mihajlovic continua a portare benefici in casa rossoblù. Tre punti importantissimi che, per una notte, in attesa di Empoli-Frosinone, portano il Bologna fuori dalla zona rossa.