Robert Lewandowski (Ansa)
Robert Lewandowski (Ansa)

Budapest, 24 settembre 2020 - Il Bayern Monaco vincitore della Champions League e il Siviglia vincitore dell'Europa League si affrontano nella Supercoppa Europea. Tedeschi e spagnoli danno vita ad un match emozionante nella cornice della Puskas Arena di Budapest, che vede ventimila spettatori sugli spalti dopo mesi di porte chiuse a causa del coronavirus. Ocampos realizza su rigore il gol del vantaggio del Siviglia al 13'. I bavaresi rispondono con Goretzka, che al 34' pareggia i conti. Il match si allunga fino ai supplementari, quando Javi Martinez di testa sblocca la situazione a favore del Bayern. Gli uomini di Flick vincono per 2-1 e si portano a casa l'ennesimo trofeo di questo 2020.

PRIMO TEMPO - Flick cambia quattro uomini rispetto alla finale di Champions League di un mese e un giorno fa. Il modulo è il solito, un 4-2-3-1 con Goretzka e Kimmich davanti alla difesa e Muller, Sanè e Gnabry dietro all'unica punta Lewandowski. Lopetegui sceglie il 4-3-3 con il nuovo acquisto Rakitic a metà campo e il tridente Suso-Ocampos-de Jong. Al 13' si sblocca il risultato: Alaba spinge Rakitic in area e l'arbitro Taylor concede un calcio di rigore che Ocampos realizza. Siviglia in vantaggio e Bayern costretto a rincorrere. I bavaresi spingono sull'acceleratore e vanno vicini al pari al 21' con Muller, che ci prova dal cuore dell'area spagnola ma trova una deviazione decisiva della difesa avversaria. Ancora Muller innesca stavolta un compagno, che è Pavard, con un ottimo assist; il terzino francese apre il piatto da posizione leggermente defilata e non trova per poco il secondo palo. Alla mezz'ora Lewandowski si ritrova da solo contro il portiere e si fa ipnotizzare dopo una corsa di venti metri palla al piede verso la porta avversaria. Gli andalusi faticano a mantenere il possesso del pallone e iniziano ad abbassarsi troppo, patendo la reazione dei rivali allo svantaggio. Alla fine la resistenza spagnola crolla al minuto 34. Muller pennella con l'esterno in area per Lewandowski, il polacco effettua una sponda aerea per Goretzka che all'altezza del dischetto è una sentenza: Bono battuto e 1-1. La prima frazione di gioco si chiude sul punteggio di parità. 

SECONDO TEMPO - Il Siviglia torna bene sul terreno di gioco. Escudero dalla sinistra mette un traversone basso, sul primo palo si avventa de Jong che costringe Neuer ad un intervento complicato. Lewandowski segna il gol del vantaggio al 51', ma il VAR annulla tutto per posizione irregolare dello stesso polacco. I tedeschi spaccano spesso in due la difesa andalusa grazie agli strappi dei loro attaccanti. Gnabry al 58' scaglia un destro potente dalla distanza, Bono si allunga e respinge. Ormai è un assedio continuo del Bayern alla porta degli spagnoli. Sanè realizza al termine di un'azione convulsa, ma l'arbitro annulla anche questa rete a causa di un fallo precedente, piuttosto dubbio, di Lewandowski. Al 66' Alaba tenta il mancino su calcio da fermo dai venti metri, palla oltre la traversa. I bavaresi macinano gioco senza trovare il gol del vantaggio. Ad un quarto d'ora dal termine Lucas Hernandez e Muller concludono dalla distanza, nulla di fatto per entrambi. Il Siviglia, dopo un secondo tempo di piena sofferenza, si divora l'occasione più grande di tutto il match. All'87' gli andalusi partono in contropiede dopo un corner degli avversari ed En-Nesyri si ritrova da solo contro Neuer, che va giù con reattività coprendo il proprio palo. L'estremo difensore tedesco effettua un miracolo che salva la sua squadra. Novanta minuti non bastano a decidere la sfida, che si prolunga ai supplementari.

SUPPLEMENTARI - En-Nesyri sfiora di nuovo il gol, stavolta in apertura di extra-time. L'attaccante marocchino entra in area, evita il difensore e calcia rasoterra sul primo palo. Neuer allunga il piedone e devia la sfera, che va a sbattere contro il palo, graziando i tedeschi. Il Bayern risponde con Kimmich al 97'; il centrocampista si inserisce puntuale in area, riceve un buon cross di Muller ma il suo piattone destro finisce largo sul fondo. Cinque minuti dopo ci prova anche il subentrato Tolisso, che colpisce però troppo debolmente. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo Alaba calcia al volo, il portiere respinge centralmente con i pugni e trova la testa di Javi Martinez. Lo spagnolo impatta con precisione e forza il pallone verso la porta e firma la rete del 2-1. Bayern Monaco in vantaggio al 105'. I giocatori del Siviglia, molto stanchi, non riescono ad impensierire gli avversari, che restano in controllo della partita. Al 115' Lewandowski tenta il colpo del k.o. con un destro dal limite dell'area, palla alta. E' solo l'ultimo sussulto del match, che si chiude sul risultato di 2-1.

Tabellino

BAYERN MONACO (4-2-3-1): Neuer; Pavard, Alaba (7'sts Boateng), Sule, Hernandez (9'pts Davies); Goretzka (9' pts Javi Martinez), Kimmich; Sanè (25'st Tolisso), Müller, Gnabry; Lewandowski. In panchina: Ulreich, Nubel, Cuisance, Zirkzee, Fein, Tillman, Richards, Musiala. Allenatore: Flick. 

SIVIGLIA (4-3-3): Bounou; Jesus Navas, Diego Carlos, Koundè, Escudero; Jordan (4'pts Vazquez), Fernando, Rakitic (11'st Torres); Suso (27'st Gudelj), de Jong (11'st En-Nesyri), Ocampos. In panchina: Vaclik; Javi Diaz, Sergi Gomez, Munir, Oscar Rodriguez, Acuña, Carlos Fernandez, Gil. Allenatore: Lopetegui. 

Arbitro: Taylor (Inghilterra). 

Reti: 13'pt Ocampos, 34'pt Goretzka; 14'pts Javi Martinez. Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Alaba, Jordan, Koundè, Fernando, Hernandez, Escudero. Angoli: 10-6 per il Bayern. Recupero: 2'; 4'; 1'; 1'.