Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
24 mag 2022

Striscione Milan contro Inter: il club si scusa ma la FIGC apre un'inchiesta

Non sono mancate le polemica a margine della sfilata che ha portato i rossoneri da Casa Milan a Piazza Duomo con la Coppa dello scudetto

24 mag 2022
FOTO ANSA
FOTO ANSA
FOTO ANSA
FOTO ANSA

Milano, 24 maggio 2022 – Non sono mancate le polemiche a margine della sfilata che ieri ha portato il Milan in trionfo tra due ali di folla con la Coppa dello scudetto da Casa Milan a Piazza Duomo. Alcune immagini hanno infatti documentano di uno striscione raccolto presumibilmente dal pubblico ed esibito dai giocatori rossoneri che prendeva di mira l’Inter (“La Coppa Italia mettila nel c…” recitava il due aste esposto). L’accaduto – che un po’ ricorda quanto già successe a Massimo Ambrosini nei festeggiamenti della Champions vinta dal Milan nel 2007 – non è passato inosservato agli occhi del mondo del web e dei tifosi interisti che hanno subito accusato il Milan di una caduta di stile ma anche della FIGC che avrebbe aperto un’inchiesta per verificare un’eventuale violazione del Codice di Giustizia Sportiva in materia di lealtà e correttezza. Il Milan, intanto, si sarebbe comunque già scusato direttamente con l’Inter per l’accaduto.

Il cambio di proprietà

In casa rossonera, nel frattempo, continuano i festeggiamenti, ma nei prossimi giorni potrebbe entrare nel vivo la questione legata al cambio di proprietà della società rossonera. Il Fondo Elliott e RedBird Capitals continuano infatti a trattare la cessione del pacchetto di maggioranza del club sulla base di 1.3 miliardi che possono però aumentare fino a 1.8 in caso di crescita di valore del club con la costruzione dello stadio. La trattativa sembra procedere spedita e nelle prossime settimane potrebbe arrivare l’accordo definitivo con la firma dei documenti che darebbero poi via al processo che porterebbe al closing definitivo. Sarebbero poi confermate le indiscrezioni che vorrebbero Elliott ancora parte del progetto Milan con una quota di minoranza.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?