Mario Rui (LaPresse)
Mario Rui (LaPresse)

Belgrado, 18 settembre 2018  - In un girone di ferro come quello C l'esigenza del Napoli era battere la Cenerentola Stella Rossa. L'impresa non è riuscita agli azzurri, bloccati dalla serata di grazia  del portiere di casa Borjan (aiutato pure dalla traversa nel primo tempo) e, in generale, da una grande imprecisione in attacco.

Stella Rossa-Napoli, rivivi la diretta testuale 

TRAVERSA DEL MAGNIFICO - A sorpresa Ancelotti lancia in cabina di regia Fabian Ruiz. Per il resto, tra i pali tocca ad Ospina e al centro della difesa torna Albiol, mentre l'attacco è nelle mani di Milik, supportato da Insigne e Callejon. La prima occasione porta la firma della Stella Rossa con Causic, che scippa Allan e apparecchia per Boakye, il cui destro termina di poco fuori. Sull'altro fronte al 13' servono i guanti di Borjan per neutralizzare la botta dal limite di Insigne; il numero 24 è ispirato e lo dimostra al 18', trovando una conclusione potente che però si infrange sulla traversa. Il Napoli insiste ma incappa sempre in Borjan, che prima intercetta il mancino di Fabian Ruiz e poi con il piede neutralizza il diagonale di Milik, servito da Zielinski. A ridosso del duplice fischio il duetto in salsa polacca si ripete: Milik scippa Causic e passa la sfera a Zielinski, che crossa verso il numero 99, la cui conclusione però è debole e centrale. Il copione si ripropone sull'altro fronte, quando Marin innesca il mancino di Ben Nabouhane, preda di Ospina.

MURO SERBO - Borjan si dimostra attento anche all'alba della ripresa sulla rasoiata di Allan sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Al 55' Callejon guadagna una punizione dal limite: della battuta se ne incarica Mario Rui, che col mancino sfiora l'incrocio. La Stella Rossa torna pericolosa con la botta da fuori di Jovancic, respinta da Ospina. Il Napoli risponde con un blitz di Zielinski, ma l'occasione migliore capita al 64' sui piedi di Mertens, subentrato ad Allan: il piattone al volo del belga, innescato da Callejon, sfiora l'incrocio dei pali. Poco dopo è proprio lo spagnolo ad andare vicino al gol, ma Savic sventa quasi sulla linea. Gli azzurri creano ma non capitalizzano e quindi i padroni di casa sfiorano la beffa al 71' e all'80', quando Boakye prima si vede respingere il mancino da Albiol e poi col destro impegna Ospina. Sull'altro fronte Insigne torna a scaldare i guantoni di Borjan, ma il muro dei padroni di casa regge fino al 90', consegnando al Napoli un pareggio agrodolce.

Inter-Tottenham 2-1, rimonta-show in Champions League

Il tabellino 

Stella Rossa (4-2-3-1): Borjan; Stojkovic, Savic, Degenek, Rodic; Jovicic (dal 56' Jovancic), Krsticic; Ben Nabouhane, Causic, Marin (dal 86' Simic); Boakye (dal 81' Pavkoc). In panchina: Popovic, Ebecilio, Babic, Simic, Gobeljic. Allenatore: Vladan Milojevic.
Napoli: Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon (dal 75' Ounas), Allan (dal 61' Mertens), Fabian, Zielinski (dal 75' Hamsik); Milik, Insigne. A disposizione: Karnezis, Luperto, Maksimovic, Rog. Allenatore: Carlo Ancelotti.
Arbitro: Marciniak (Polonia)
Note, ammoniti: Allan (N), Krsticic (S), Degenek (S), Albiol (N), Milik (N), Mario Rui (N) 

image

Valencia-Juventus di Champions League, dove vederla in tv

Real Madrid-Roma, dove vedere la Champions League in tv