Spezia-Salernitana
Spezia-Salernitana

La Spezia, 16 ottobre 2021 - Spezia e Salernitana aprono l'ottava giornata di Serie A al termine della lunga sosta dovuta alla Nations League. I liguri escono vittoriosi per 2-1 dallo scontro salvezza dopo essere passati in svantaggio al 39' a causa della prima rete stagionale di Simy. Nella ripresa i ragazzi di Castori crollano e subiscono la rimonta, che matura con i gol di Strelec al 51' e Kovalenko al 76'. Thiago Motta si allontana dalla zona calda della classifica e sale a quota 7 punti, mentre gli amaranto restano fermi a 4.

Primo tempo

Thiago Motta schiera i suoi con il 4-2-3-1 con Antiste, Salcedo e Strelec alle spalle della punta Nzola. Castori sceglie il 4-3-1-2 con Obi trequartista e Djuric accanto a Simy nel tandem offensivo. Lo Spezia crea la prima ghiotta chance con Salcedo, che dimenticato sul secondo palo dalla difesa incorna di testa da posizione favorevole e spedisce il pallone contro la traversa. La Salernitana esce fuori alla distanza. Prima Kechrida non trova la porta con una conclusione dal vertice destro dell'area, poi Simy scalda i guantoni di Provedel con un piattone forte ma troppo centrale. A sbloccare il match al 39' è proprio l'attaccante nigeriano: Obi effettua una bella sponda per lui, che col primo controllo salta il portiere in uscita e realizza a porta spalancata. Le squadre vanno al riposto sul punteggio di 0-1.

Secondo tempo

Lo Spezia riparte forte e pareggia al 50'. Kovalenko penetra a sinistra, mette un pallone basso in mezzo e trova Strelec, che col mancino prende in controtempo il portiere e firma il suo primo gol in Serie A nel suo esordio assoluto nel campionato italiano. La Salernitana soffre tantissimo e Belec è costretto a metterci una pezza per due volte al 58', quando prima Nzola conclude forte rasoterra e, sulla ribattuta del portiere, Salcedo calcia a botta sicura; l'estremo difensore è rapido a rialzarsi e a smanacciare il pallone in curva. Gli ospiti sembrano ormai aver perso la bussola e al minuto 76 subiscono il gol che completa la rimonta dei liguri. Kovalenko fa esplodere un destro stupendo da oltre venti metri e la mette sul secondo palo, dove Belec non può mai arrivare.

Leggi anche: Juve-Roma, Allegri: "Dybala non ci sarà"