Spezia-Frosinone, Gyasi difende palla dal pressing di Brighenti (Alive)
Spezia-Frosinone, Gyasi difende palla dal pressing di Brighenti (Alive)

La Spezia, 20 agosto 2020 - Spezia e Frosinone si affrontano nel ritorno della finale dei play-off di Serie B, che decideranno quale delle due squadre disputeranno la prossima Serie A. I liguri arrivano forti della vittoria per 0-1 maturata pochi giorni fa, ma si trovano contro un Frosinone molto agguerrito. I ciociari colpiscono un palo nel primo tempo con Beghetto, spaventano gli avversari in più di un'occasione e trovano il gol solo nella ripresa. Al 62' infatti Rohden sfrutta una dormita difensiva dello Spezia e firma il gol del vantaggio. Gli uomini di Nesta spingono fino all'ultimo secondo, ma non riescono più a scardinare l'organizzazione difensiva di Italiano. Lo Spezia perde per 0-1 ma vince la finale playoff, grazie al miglior piazzamento ottenuto in campionato. I liguri giocheranno così in Serie A per la prima volta nella propria storia.

PRIMO TEMPO - Italiano non snatura il suo Spezia per difendere il vantaggio della vittoria d'andata e schiera il classico 4-3-3. Davanti gli intoccabili Nzola, Galabinov e Gyasi. Nesta cerca l'impresa con il 3-5-2, con Novakovich e Ciano in attacco. Al 10' Vitale cerca il gol della domenica su punizione dai trenta metri, palla alta sopra la traversa. Sessanta secondi dopo il Frosinone colpisce un palo clamoroso con Beghetto, che calcia al volo con il mancino a dieci metri dalla porta. Il suo collo esterno gira troppo e si infrange sul legno a portiere battuto. I ciociari aumentano la pressione in fase offensiva e mettono in mezzo tanti cross dalle fasce, ben coperti dall'attenta difesa dello Spezia. Al 39' Rohden calcia dai sedici metri, Scuffet si allunga e devìa in angolo a mani aperte. I padroni di casa agiscono perlopiù di rimessa e nelle fasi di recupero del Frosinone, che ce la sta mettendo tutta per trovare il gol del vantaggio. Sul finale calciano dai venti metri prima Maggiore e poi Galabinov, entrambi mancando lo specchio della porta. 


SECONDO TEMPO - Lo Spezia torna sul terreno di gioco più aggressivo e meno remissivo nei confronti dei rivali. Gyasi al 56' va vicinissimo al gol, quando si butta in spaccata su un cross rasoterra dal fondo di Ferrer. Nonostante la posizione estremamente vantaggiosa, l'ala ligure manca lo specchio a causa del recupero difensivo di Salvi. Il Frosinone reagisce immediatamente con un colpo di testa di Rohden da posizione molto interessante; il pallone finisce però alto. Al minuto 62 lo stesso Rohden si fa perdonare l'errore al termine di una buona azione collettiva. Ciano sfrutta un buco centrale nella retroguardia dello Spezia, serve con un tacco volante il compagno di squadra che si invola verso la porta e non sbaglia in uno contro uno con Scuffet. Ciociari avanti 1-0 e in grande fiducia a mezz'ora dal termine.

IL TABELLINO

SPEZIA (4-3-3): Scuffet; Ferrer (43' st Vignali), Erlic, Terzi, Vitale; Bartolomei, Ricci M., Maggiore (33' st Mora); Nzola (43' st Di Gaudio), Galabinov, Gyasi (28' st Mastinu). A disp.: Krapikas, Desjardins, Ramos, Bastoni, Ragusa, Ricci F., Gudjohnsen. All.: Italiano.

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Brighenti (40' st Paganini), Ariaudo, Krajnc; Salvi (32' st Tribuzzi), Rohden, Maiello (40' st Citro), Haas, Beghetto; Novakovich (22' st Ardemagni), Ciano. A disp.: Iacobucci, D'Elia, Capuano, Szyminski, Zampano, Gori. All.: Nesta.

RETE: 16' st Rohden.

ARBITRO: Sacchi di Macerata.

NOTE: serata serena, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Maggiore, Nzola, Maiello, Terzi, Paganini. Angoli: 1-6. Recupero: 3' pt, 6' st.