Gian Piero Gasperini (Ansa)
Gian Piero Gasperini (Ansa)

Cesena, 21 novembre 2020 - Lo Spezia ospita a Cesena l'Atalanta, nell'anticipo pomeridiano del sabato valido per l'ottava giornata di Serie A. I bergamaschi creano tante occasioni, soprattutto nel secondo tempo, ma non riescono mai ad abbattere la resistenza dei liguri. Le due squadre si dividono la posta in palio: la Dea resta quinta in classifica a 14 punti, Spezia dodicesimo a 9 in attesa delle altre partite.

Primo tempo

Italiano schiera il 4-3-3 con Gyasi, Nzola e Farias in attacco. Gasperini sceglie il tipico 3-4-2-1, con Ilicic e Gomez a supporto di Duvan Zapata. Al secondo giro d'orologio Farias fa tremare Gollini e anche la porta, colpendo il palo con un destro a giro dalla distanza. Poco dopo è ancora il brasiliano a seminare il panico nella difesa dell'Atalanta, ma stavolta la sua conclusione è imprecisa. La Dea alza il baricentro e comincia a creare gioco. Zapata al quarto d'ora lancia in profondità Gosens, il tedesco arriva sul fondo, rientra e da posizione vantaggiosa non trova lo specchio della porta di destro. Al minuto 40 Zapata gestisce in maniera ottima un pallone spalle alla porta, si gira e riesce a calciare. Il colombiano è sfortunato e il pallone impatta sul palo, pareggiando il conto dei legni colpiti dalle due squadre. La prima frazione di gioco si conclude sullo 0-0. 

Secondo tempo

Il primo tentativo della ripresa è di Toloi, che stoppa di petto un pallone rinviato dalla difesa e al volo di destro calcia a lato. L'Atalanta sblocca la partita al 57' con Gosens, ma il VAR annulla tutto per fuorigioco millimetrico di Zapata che aveva servito l'assist al compagno. Lo Spezia non molla un centimetro, tiene alta la pressione e non rinuncia ad affacciarsi nella metà campo avversaria. Lammers, appena subentrato al posto di Zapata, calcia e impegna Provedel in una parata non semplice al 67'. Dall'altra parte Maggiore si ritrova dentro l'area bergamasca, un rimpallo favorisce Nzola che calcia male d'esterno; palla larga. Gli ospiti continuano ad affidarsi alle sgroppate di Gosens per creare opportunità da gol. Il tedesco mette un cross interessante dal fondo, Piccini colpisce di testa ma spedisce il pallone fuori. Provedel salva due volte lo Spezia all'82': prima il portiere ligure esce su Pasalic, poi si tuffa in anticipo sulla conclusione di Gosens, coprendo lo specchio della porta e respingendo il tiro dell'avversario. Al minuto 87 Pasalic si ritrova sul destro un rigore in movimento, ma il suo mancino è fiacco e viene bloccato a terra dal portiere. Sessanta secondi dopo è nuovamente il croato a trovarsi uno contro uno con l'estremo difensore di casa e a fallire un'altra nitida occasione da gol.

Leggi anche: Serie B, frena l'Empoli capolista. Goleada Lecce, bene la SPAL