Lucas Biglia (LaPresse)
Lucas Biglia (LaPresse)

Milano, 23 maggio 2019 – Il Milan entra nel vivo di quella settimana che tifosi milanisti, squadra e società considerano probabilmente la più importante della stagione: la settimana che porta alla sfida di domenica sera a Ferrara dove i rossoneri si giocheranno contro la Spal le residue speranze di qualificazione alla prossima Champions League. Un obbiettivo di fondamentale importanza per determinare quelle che saranno poi le future strategie del club di via Aldo Rossi. Del peso della posta in palio è perfettamente conscio anche Lucas Biglia che oggi è stato intervistato dall’emittente ufficiale rossonera, Milan TV: “Arrivare in Champions per noi è troppo importante, per crescere e portare questa società dove merita. Tutti sappiamo cosa ci stiamo giocando, non c’è bisogno di ricordarlo a nessuno. Ognuno di noi in allenamento sta dando il massimo. Sono contento perché alcuni dei nostri giocatori più importanti sono tornati ai loro livelli. A Ferrara conta solo vincere. Poi faremo i conti. Certo è che se ci fossero state altre due o tre partite da giocare, saremmo sicuramente arrivati almeno quarti perché la squadra sta dimostrando una crescita importante al di là degli alti e bassi”.

Nelle ultime tre gare giocate i rossoneri hanno portato a casa altrettanti successi. Merito forse anche del ritiro punitivo che hanno affrontato qualche settimana fa: “Il ritiro è servito per alzare nuovamente il livello dell’attenzione e far capire alla squadra che qualcosa stava andando storto. Ci ha ricompattato e fatto riflettere su cosa stavamo sbagliando. Poi ovviamente serve anche un pizzico di fortuna. Quello che abbiamo raccolto quest’anno è qualcosa che abbiamo guadagnato sul campo. Non ci è stato regalato niente. La conquista del quarto posto sarebbe un premio importante per mister Gattuso, per i giocatori e per la società che da quando è arrivata ha fatto tanto per mettere le cose a posto. Certamente in futuro dovremo ancora migliorare, ma arrivare in Champions sarebbe un segnale che ci indica che la strada intrapresa è giusta”. Per agguantare l’agognata terza o quarta posizione, oltre alla vittoria esterna rossonera, servirà anche un asso falso di una tra Atalanta e Inter, ma in primis anche secondo Biglia, il Milan dovrà pensare a sé stesso: “Dovremo pensare esclusivamente a fare il nostro dovere per finire al meglio”. Infine l’argentino spende parole al miele per mister Gennaro Gattuso: “Ogni allenatore ti lascia qualcosa. Io e Gattuso quest’anno abbiamo avuto un grande rapporto. Con noi il mister è sempre stato disponibile e ci ha difeso nei momenti più critici, prendendosi tutte le responsabilità. Questo ha aiutato molto il gruppo e quindi noi dovremo ripagarlo dando il massimo fino alla fine per raggiungere l’obiettivo anche per lui. Merita la Champions anche più di noi”.