Il ministro dello sport Vincenzo Spadafora
Il ministro dello sport Vincenzo Spadafora

Roma, 22 aprile 2020 – C’è un primo parziale via libera alla ripresa dell’attività sportiva. Lo ha affermato il ministro dello sport Vincenzo Spadafora nel question time al Senato in una interrogazione sulla ripresa delle attività sportive. Non ci sono invece date chiare e certe sulla possibile ripresa del campionato, valuterà il comitato scientifico. In sostanza, non c’è rischio sugli allenamenti individuali, ma sulle partite vere e proprie, quindi contatto fisico tra gli atleti, deciderà la scienza.

Via libera agli allenamenti

"Sappiamo che lo sport deve riaprire – ha affermato Spadafora – Lo faremo nel rispetto della salute di tutti e gradualmente potremo riaprire la parte riguardante gli allenamenti, ma per i campionati e l’attività motoria all’aperto valuteremo assieme al Comitato Scientifico". Lo sport è importante come valore sociale ed economico, ma comanda ancora la sicurezza di tutti. La sensazione, dunque, è che le squadre potranno riprendere gli allenamenti individuali, ma sulla ripresa della Serie A ci sarà ancora da attendere. In questo caso ricoprono un ruolo importante i protocolli sanitari: "Ho inviato una lettera a Coni e Cip per chiedere che le federazioni ci espongano come sarà possibile applicare i protocolli sanitari per una ripresa in sicurezza – ha proseguito Spadafora – Venerdì avrò i primi risultati di questo lavoro e potremo valutare una riapertura in tempo utile". Ma non c’è solo il calcio: "Sappiamo benissimo l’importanza economica della Serie A e dei flussi finanziari che produce, ma lo sport non è solo il calcio e il campionato italiano. Nel decreto che stiamo per approvare in consiglio dei ministri troveremo ulteriori risorse per i bonus ai collaboratori sportivi".

"Nessuna decisione oggi"

Si è appena concluso il vertice tra il ministro dello sport Spadafora, e i massimi organismi calcistici italiani sul tema della ripartenza degli allenamenti e dei campionati. "Il ministro ci ha detto - riferiscono fonti sportive all'Ansa - che una decisione sulle date non arriverà oggi e che più tardi diramerà un comunicato sull'incontro".