De Siervo (ANSA)
De Siervo (ANSA)
Milano, 12 maggio 2020 – Dopo settimane nelle quali si è insistentemente parlato della questione legata ai diritti televisivi della Serie A di calcio in caso di mancata ripresa o di prosecuzione del campionato (ai club non è infatti ancora stata versata la sesta rata da 233 milioni ed è stato chiesto un importante sconto), Sky tende la mano ai club alla vigilia dell’ Assemblea della Lega Calcio: “Ci auguriamo che l’assemblea di domani – ha infatti dichiarato ad ANSA il CEO di Sky Italia Maximo Ibarra – sia l’occasione giusta per i club di prendere in esame la proposta di dialogo che abbiamo inoltrato da settimane. In altri Paesi come Francia, Spagna e Germania le leghe stanno affrontando assieme ai broadcaster soluzioni equilibrate e che vadano nella direzione dell’interesse generale. Abbiamo proposto diverse soluzioni ma non abbiamo ricevuto risposte. Speriamo che la Lega ritrovi lo spirito costruttivo avuto in questi anni di collaborazione.”

Non si è fatta attendere, sempre attraverso l’ANSA, la replica della Lega Serie A: “Con Sky la porta del dialogo è sempre aperta visto che parliamo di un nostro partner storico – ha dichiarato l’amministratore delegato della Lega Serie A, Luigi De Siervo –. Negli ultimi contatti intercorsi abbiamo ribadito che fosse necessario e prioritario il rispetto delle scadenze previste dai contratti. Sin da subito abbiamo poi fatto presente che la richiesta di uno sconto tra il 15 e il 18% in caso di prosecuzione del campionato avanzata da Sky non sarebbe stata accettata visto anche il momento finanziariamente complicato che stanno attraversando i club. Sono però certo che che domani in assemblea le squadre sapranno trovare una posizione unitaria finalizzata a garantire il rispetto dei propri diritti".