Lautaro Martinez ancora titolare nell'attacco dell'Inter contro il Verona
Lautaro Martinez ancora titolare nell'attacco dell'Inter contro il Verona

Roma, 8 novembre 2019 – La Serie A si prepara all’ultimo appuntamento prima della sosta per le Nazionali. Sarà l’occasione per tutte le squadre di andare al riposo con un risultato positivo, l’approccio alla gara sarà fondamentale per tutti. Un ultimo sforzo che potrebbe comportare decisioni sorprendenti da un punto di vista di formazioni da parte di molti allenatori. Vediamo nel dettaglio le probabili scelte delle venti compagini del campionato che si affronteranno in questa 12esima giornata e il programma tv per seguire le partite in diretta.  

Serie A, risultati live e classifica. Il calendario 

Sassuolo-Bologna UFFICIALI (venerdì ore 20.45, Sky Calcio) 

Qualche dubbio in difesa per De Zerbi: Kyriakopoulos vince il ballottaggio con Muldur, Marlon quello con Peluso. In attacco torna Caputo dal 1’ con Boga e Berardi. Nel Bologna assenti per infortunio Soriano e Santander, tocca a Svanberg e Palacio sostituirli. Skov Olsen titolare al posto di Sansone. 

Sassuolo (4-3-3) - Consigli; Toljan, Marlon, Romagna, Kyriakopoulos; Locatelli, Magnanelli, Djuricic; Berardi, Caputo, Boga
Bologna (4-2-3-1) - Skorupski; Mbaye, Danilo, Bani, Kreijci, Poli, Medel; Orsolini, Svanberg, Skov Olsen; Palacio. 

Tutti risultati di Sport in tempo reale 

Brescia-Torino (sabato ore 15.00, Sky Calcio) 

Grosso punta a dare continuità al 4-3-1-2 del suo predecessore Corini. Idea Spalek da trequartista, Romulo si abbasserebbe così a fare la mezzala. In attacco con Balotelli c’è Ayè, favorito su Donnarumma. Nel Torino Verdi e Belotti davanti, sono loro la speranza di Mazzarri. Sulle fasce De Silvestri, Laxalt e Ansaldi si giocano due maglie, con gli ultimi due avanti nel ballottaggio. 

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Mateju, Magnani, Cistana, Sabelli; Romulo, Tonali, Bisoli; Spalek; Ayè, Balotelli.
Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo; N’Koulou, Lyanco; Laxalt, Lukic, Rincon, Meitè, Ansaldi; Verdi, Belotti. 

Inter-Verona (sabato ore 18.00, Sky Calcio) 

Conte deve fare i conti con un nuovo infortunio per Sensi: non ci sarà, dentro Vecino al suo posto. Sulla sinistra ancora Biraghi, sulla destra può tornare Candreva. Davanti ancora Lukaku e Lautaro. Nel Verona out per infortunio Veloso e Kumbulla, Juric pensa a Dawidowicz e Pessina al loro posto. In attacco fiducia a Salcedo. 

Inter (3-5-2): Handanovic; Bastoni, De Vrij, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic, Vecino, Biraghi; Lautaro, Lukaku.
Verona (3-5-2): Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Gunter; Lazovic, Zaccagni, Amrabat, Pessina, Faraoni; Verre, Salcedo. 

Napoli-Genoa (sabato ore 20.45, Dazn

Clima caldissimo in casa Napoli, l’ammutinamento post Champions League influirà sulle scelte di Ancelotti. Rischiano infatti l’esclusione sia Allan che Mertens, più chance di giocare invece per Insigne e Callejon. Nel Genoa può tornare Lerager dal 1’, è favorito su Radovanovic. Out Kouamè che è in Coppa d’Africa, c’è Gumus al suo posto. 

Napoli (4-4-2): Ospina; Di Lorenzo, Koulibaly, Maksimovic, Luperto; Callejon, Zielinski, Fabian Ruiz, Insigne; Lozano, Milik.
Genoa (4-2-3-1): Radu; Ghiglione, Romero, Zapata, Ankersen; Lerager, Schone; Gumus, Agudelo, Pandev; Pinamonti. 

Cagliari-Fiorentina (domenica ore 12.30, Dazn

Maran sogna l’Europa, e si affida a Joao Pedro e Simeone in attacco per raggiungerla. In difesa Cacciatore e Faragò si giocano una maglia, in mediana tocca a Nandez. Nella Fiorentina solito ballottaggio Boateng-Vlahovic per sostituire lo squalificato Ribery, non si tocca Castrovilli in mediana. A comandare la difesa torna Pezzella. 

Cagliari (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Pellegrini; Nandez, Rog, Cigarini; Nainggolan; Simeone, Joao Pedro.
Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Ranieri; Lirola, Castrovilli, Pulgar, Badelj, Dalbert; Boateng, Chiesa. 

Lazio-Lecce (domenica ore 15.00, Sky Calcio

Inzaghi ritrova Correa dopo il forfait in Europa League: sarà lui ad affiancare Immobile. In mediana Leiva e Parolo si giocano una maglia, il primo è favorito. In difesa Bastos e Patric verso la titolarità ai lati di Acerbi. Nel Lecce Meccariello ancora da terzino destro, in attacco fiducia a Falco in coppia con Lapadula, Babacar verso la panchina. 

Lazio (3-5-2): Strakosha; Acerbi, Bastos, Patric; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.
Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Meccariello, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Majer, Petriccione, Tachtsidis; Mancosu; Falco, Lapadula. 

Sampdoria-Atalanta (domenica ore 15.00, Sky Calcio

Ranieri ritrova Quagliarella ma può partire ancora fuori: c’è Caprari favorito in coppia con Bonazzoli. Ramirez scalpita, ma sugli esterni restano avanti Jankto e Rigoni per partire dal 1’. Nell’Atalanta out Ilicic per squalifica, tocca a Muriel e Gomez con Malinovskyi da trequartista. In mediana Pasalic può far rifiatare Freuler. 

Sampdoria (4-4-2): Audero; Depaoli, Murillo, Colley, Murru; Jankto, Ekdal, Vieira, Rigoni; Caprari, Bonazzoli.
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Kjaer, Palomino; Hateboer, Pasalic, De Roon, Castagne; Malinovskyi; Gomez, Muriel.

Udinese-Spal (domenica ore 15.00, Dazn

Gotti conferma Okaka al centro dell’attacco, con lui può giocare Lasagna e non Nestorovski. De Paul ancora da mezzala, in difesa torna Becao. Sulla destra spazio al recuperato Larsen. Nella Spal recuperato Di Francesco, che però non partirà titolare: favorito Floccari per affiancare Petagna. In difesa out per squalifica Igor, c’è Cionek al suo posto. 

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Ekong, Nuytinck; Sema, Jajalo, Mandragora, De Paul, Larsen; Okaka, Lasagna.
Spal (3-5-2): Berisha; Vicari, Cionek, Tomovic; Reca, Kurtic, Missiroli, Murgia, Strefezza; Petagna, Floccari. 

Parma-Roma (domenica ore 18.00, Sky Calcio

D’Aversa recupera Cornelius, che può essere subito titolare al posto dell’infortunato Karamoh. In difesa gioca Gagliolo, a rischiare l’esclusione è Pezzella. Nella Roma può finalmente rivedersi dal 1’ Florenzi da terzino destro. Ancora Mancini in mediana, Under scalpia per giocare titolare ma può partire ancora fuori: favorito Pastore. 

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Gagliolo; Kucka, Scozzarella, Barillà; Kulusevski, Cornelius, Gervinho.
Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Fazio, Smalling, Kolarov; Veretout, Mancini; Pastore, Zaniolo, Kluivert; Dzeko. 

Juventus-Milan (domenica ore 20.45, Sky Calcio

Sarri spera di recuperare De Ligt al fianco di Bonucci, c’è fiducia al momento. Gioca Ramsey, ma quasi certamente da mezzala: da trequartista infatti rientra Douglas Costa dopo l’exploit di Champions League. Nel Milan fiducia a Piatek in attacco con Calhanoglu e il recuperato Suso. In mediana ancora verso l’esclusione Kessie: si candida Krunic per partire dal 1’. 

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Ramsey, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Ronaldo, Higuain.
Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Hernandez; Krunic, Bennacer, Paquetà; Suso, Piatek, Calhanoglu.