Gabriele Gravina
Gabriele Gravina

Reggio Emilia, 15 novembre 2020 - "Rischi di stoppare i campionati a causa dell'emergenza sanitaria? Non mi pare ce ne siano al momento". Gabriele Gravina non ha dubbi: per il momento il calcio non deve temere si vedersi nuovamente interrotto per via del Covid-19. Questo nonostante "la preoccupazione esista ed è inutile nasconderla - le parole del numero uno della Figc a margine di un'iniziativa di solidarietà a Reggio Emilia - E' una situazione che coinvolge il nostro sport e non solo, anche la vita sociale ed economica. Sappiamo che dobbiamo vivere alla giornata, programmando, progettando e cercando di adottare tutti gli strumenti a nostra disposizione per fronteggiare il contagio. Dobbiamo avere maturità, capacità e senso di responsabilità, mettendo in conto che i rischi sono sempre dietro l'angolo". 

"Rinnovo Mancio? Aspettiamo lui"

Tema decisamente più leggero rispetto all'emergenza Coronavirus è il possibile rinnovo di Roberto Mancini come commissario tecnico della Nazionale. "Aspetto una decisione da parte di Roberto - sottolinea Gravina - Abbiamo ancora due anni che ci legano. Sono tanti, ma i progetti sui quali lavoriamo richiedono più tempo. Ci siederemo al tavolo e troveremo la soluzione migliore. Questa Nazionale è una bellissima famiglia. C'è un grande senso di fratellanza, ancora di più forse in questo periodo difficile per tutti in cui stiamo riscoprendo il dialogo e il confronto. Ed è bello perché spesso il mondo del calcio è considerato distaccato e avulso. La testimonianza più esemplare è quella di Bonucci che pur sapendo di non poter giocare stasera, si è fermato in ritiro coi compagni". 

Leggi anche: Italia-Polonia, le formazioni