Gonzalo Higuain (Ansa)
Gonzalo Higuain (Ansa)

Roma, 29 gennaio 2017 - Le partite della 22esima giornata di campionato di Serie A ci regalano una Juventus vincente in casa del Sassuolo, e in fuga sulla Roma, ko a Genova con la Sampdoria. Sconfitta anche per il Milan di Montella che si fa sorprendere dall'Udinese. Nel posticipo il Napoli non va oltre l'1-1 con il Palermo.  Tre a tre e tante emozioni invece tra Fiorentina e Genoa. In chiave salvezza poker del Crotone sull'Empoli. Torino-Atalanta, match delle 12.30, è terminata 1-1.

Napoli-Palermo 1-1, rivivi la diretta

Immediatamente sotto con il gol di Netorovski, il Napoli subisce l'orgoglio dei siciliani chiusi in difesa e non va oltre il pareggio (al 21' st con Mertens). La squadra di Sarri fallisce così l'obiettivo di agganciare la Roma, sconfitta dalla Samp. Il nuovo Palermo di Lopez sembra invece avere una marcia in più.

Cagliari - Bologna 1-1

Uno a uno tra Cagliari e Bologna, coi sardi che riacciuffano il pari nel recupero in 11 contro 9. Al 19' della ripresa  il nuovo entrato Verdi innesca l'azione del vantaggio del Bologna: lancio in profondità per Krejci, cross basso per Destro e tocco facile facile dell'attaccante nella porta sguarnita. La reazione del Cagliari non è incisiva. Sembra finita, ma nel finale i due rossi a Viviani e Krafth riaccendono le speranze del Cagliari, che agguanta il pari al 48': perfetta punizione di Borriello ed è 1-1. Rivivi la partita    

Crotone - Empoli 4-1

Il Crotone rifila un 4-1 ai diretti avversari per la salvezza e continua a sperare nella permanenza in A. I calabresi ribaltano anche la situazione negli scontri diretti, anche se i toscani mantengono 8 punti di vantaggio. La formazione di Nicola parte all'assalto. Al 24' Stoian chiude una triangolazione lunga con Palladino e batte Skorupski con un pregevole destro a giro dal limite. Al 39' arriva il pareggio dell'Empoli: lancio lungo di Bellusci, Marilungo stoppa di petto per Mchedlidze la cui conclusione di sinistro dai 20 metri, deviata da Ceccherini, s'insacca beffarda alle spalle di Cordaz. All'11' della ripresa il centravanti dei calabresi può esultare: punizione di Barberis, deviazione chirurgica di Falcinelli e palla in rete.  Nel finale il Crotone cala il tris dal dischetto con Falcinelli. E nel recupero ancora Falcinelli incrementa il bottino per i suoi dopo uno scambio con Rohden. 

Fiorentina - Genoa 3-3

Fiorentina e Genoa è finita 3-3, ma a far festa sono solo i liguri, che hanno riacciuffato una partita che sembrava persa. Tutto è successo nella ripresa. Dopo il gol al 17' del primo tempo di Ilicic, il giovane Chiesa ha timbrato il momentaneo raddoppio viola. A quel punto la Fiorentina sembrava aver in pugno la gara ma è bastato il primo vero svarione difensivo per permettere al Genoa di accorciare al 12' con Simeone e due minuti dopo addirittura pareggiare con l'ultimo acquisto Hiliemark. Al 17' Kalinic su assist del neo entrato Bernardeschi ritrova il vantaggio viola. A 5' dalla fine rigore per un presunto fallo di mano, sulla linea di porta, di Bernardeschi. L'arbitro Orsato lo espelle e assegna il penalty ai liguri: sul dischetto Simeone che non sbaglia.

Inter - Pescara 3-0 (giocata sabato)

Missione compiuta: settima vittoria di seguito in campionato e quarto posto centrati per l'Inter di Stefano Pioli che batte il Pescara, ultimo in classifica, per 3-0. Le reti al 22' di D'Ambrosio, al 42' di Joao Mario e al 72' di Eder. Non si arresta quindi il momento felice dei nerazzurri che intravedono la Champions anche se il difficile inizia ora.

Lazio - Chievo 0-1 (giocata sabato)

Una Lazio spuntata si fa beffare nel finale dal Chievo. Dopo quattro sconfitte di fila, la squadra di Maran espugna l'Olimpico grazie ad una prestazione tutto cuore: decisive le parate del solito Sorrentino e il gol nel finale di Inglese. Lazio che incassa la seconda sconfitta di fila e si interroga su una prestazione non certo negativa, i ragazzi di Inzaghi hanno dominato per novanta minuti ma senza riuscire ad aprire una breccia nella munitissima retroguardia gialloblu. Si è sentita la assenza di Immobile in avanti, deludente Djojrdjevic di fatto mai pericoloso.

Sampdoria - Roma 3-2

Spalletti non si fidava e faceva bene, la Samp del suo amico Giampaolo fa uno sgambetto alla sua Roma e vince 3-2 in casa. Stop quindi alla striscia di cinque vittorie consecutive della squadra romana, oggi due volte in vantaggio e due volte recuperata prima del ko finale di Muriel. La Roma vede così la Juventus allontanarsi a più 4 in classifica. Ossigeno invece per i padroni di casa che centrano la prima vittoria del 2017 vendicando anche l'eliminazione subita in Coppa Italia. Al 5' p.t. vantaggio di Bruno Peres. Al 21' il meritato pareggio con numero Muriel gol di Praet. Al 20' della ripresa Dzeko segna, imbeccato dal cross di Emerson dalla sinistra. Al 25' Schick, appena entrato, trova il 2-2 con un sinistro vincente su suggerimento di Muriel. Proprio il colombiano direttamente su calcio di punizione fa esplodere il 'Ferraris' tre minuti dopo segnando il 3-2 complice una decisiva deviazione della barriera.

Sassuolo - Juventus 0-2  

Juve spettacolo e pratica chiusa in un tempo. A Reggio Emilia i bianconeri formato barça, con tutti gli attaccanti e i giocatori di qualità in campo contemporaneamente, non ha problemi a superare il Sassuolo. Gara senza storia, chiusa dai bianconeri grazie alle reti di Higuain e Khedira nel primo tempo. Pipita segna il gol numero 15 in campionato. Al 9' Alex Sandro sfonda a sinistra, cross basso per Higuain che anticipa tutti e trafigge Consigli. Il secondo gol al 24' quando sempre Higuain soffia un pallone a Cannavaro sulla trequarti neroverde, cross basso per Dybala che fa velo per Khedira. Rivivi la partita

Torino - Atalanta 1-1 (giocata alle 12.30)

E' terminata 1-1 la sfida tra Torino e Atalanta. Al vantaggio di Iago Falque al 16' del primo tempo replica Petagna al 21' della ripresa. Gli orobici salgono così a 39 punti, mentre i granata avanzano a 31.

Udinese - Milan 2-1

Dopo tre ko l'Udinese di Del Neri ritrova i tre punti battendo il Milan 2-1, Diavolo al terzo stop in otto giorni tra campionato e Coppa Italia. Tante le emozioni al "Dacia Arena". Milan che meritava di più, ma che torna a Milanello senza punti e con Bonaventura e De Sciglio infortunati. Rossoneri in vantaggio all'8' quando sul cross di Suso dalla destra, Bonaventura in mezzo all'area, complice l'incerteza di Faraoni, controlla e infila Karnezis. Al 31' l'Udinese pareggia: il Milan perde palla, ad approfittarne è Hallfredsson che serve Thereau in area, l'attaccante supera Donnarumma. De Paul, appena graziato al 25' per un'entrata su Di Sciglio, poi costretto ad uscire, trafigge Donnarumma con un diagonale per il definitivo 2-1. Montella: "Difficile da digerire".

La classifica del campionato di Serie A. 

Juventus 51 punti; Roma 47; Napoli 45; Inter 42; Lazio 40; Atalanta 39; Milan 37; Fiorentina 34; Torino 31; Chievo e Udinese 28; Sampdoria, Bologna e Cagliari 27; Genoa 25; Sassuolo 24; Empoli 21; Crotone 13; Palermo 11; Pescara 9.