Stefano Sensi
Stefano Sensi

Milano, 8 ottobre 2019 - Brutta notizia per Antonio Conte dall'infermeria: Stefano Sensi, uscito alla mezz'ora della sfida con la Juventus, ha riportato un'elongazione agli adduttori della coscia destra. Questo il risultato degli esami strumentali a cui è stato sottoposto il giocatore all’Istituto Humanitas di Rozzano. Dopo aver dovuto rinunciare agli impegni con la Nazionale azzurra, il numero 12 nerazzurro rischia di saltare la gara da ex con il Sassuolo, in programma per domenica 20 ottobre. Il classe '95 è in dubbio anche per l'impegno di Champions League contro il Borussia Dortmund, atteso a San Siro mercoledì 23. 

Difficile però stabilire con precisione i tempi di recupero. Quel che è certo invece è che Sensi ricopre un ruolo cruciale all'interno del sistema tattico di Conte, che lo ha sempre schierato da titolare, fatta eccezione per la partita con la Lazio. Nel giro di poche settimane, il giocatore marchigiano ha preso in mano la squadra, andando pure a segno tre volte. Sono invece quattro gli assist vincenti forniti ai compagni. Numeri che rendono bene l'idea di quale sia stato l'impatto di Sensi con il mondo Inter: arrivato a Milano in sordina e strappato ai cugini rossoneri, il ventiquattrenne si sta rivelando una delle più piacevoli sorprese del campionato. 

Non tanto per il valore in sé del calciatore, le cui qualità erano già emerse con il Sassuolo e con la Nazionale, ma quanto per la sua capacità di imporsi anche in una grande squadra come è tornata a essere la Beneamata, che non a caso ha sofferto con la Juve da quanto ha visto Sensi lasciare il campo anzitempo. Di certo non una coincidenza.