Sassuolo-Verona, il gol di Djuricic (Ansa)
Sassuolo-Verona, il gol di Djuricic (Ansa)

Reggio Emilia, 13 marzo 2021 - Dopo un mese termina il digiuno di vittorie del Sassuolo, che batte il Verona con un pirotecnico 3-2 firmato dalle reti di Locatelli, Djuricic e Traoré. Gli ospiti, che nel finale perdono per espulsione l'allenatore Juric, hanno praticamente dovuto inseguire fin dal 4' e per ben due volte, grazie a Lazovic e Dimarco, erano riusciti nell'impresa di rimontare una squadra evidentemente più affamata come quella neroverde, che sale a 39 punti in classifica, uno in più proprio dei veneti.

Primo tempo

Al 4' il Sassuolo passa già in vantaggio grazie alla botta al volo di Locatelli, che capitalizza al meglio il rimorchio sul passaggio di Defrel. La replica del Verona è in una conclusione di prima di Magnani, servito da Barak sugli sviluppi di un corner: Consigli blocca senza problemi. Dopo un giro di lancette il centrocampista ceco si mette in proprio con un colpo di testa su cross di Zaccagni, ma ancora una volta il portiere di casa risponde presente. Al 16' a provarci è Tameze, ma stavolta la conclusione non centra neanche lo specchio della porta: poco dopo solo un aggancio difettoso in area di Faraoni salva i neroverdi, che al 19' tornano pericolosi con l'incornata di Ferrari su calcio di punizione di Berardi, con Silvestri che vola per evitare il raddoppio degli emiliani. I ritmi calano fino al 36', quando proprio il numero 25 di casa prima si sbarazza di Ceccherini con una finta e poi con un gran diagonale non va lontano dal bersaglio grosso, che viene centrato sull'altro fronte al 43' da Lazovic, che riceve da Faraoni e buca Consigli sul suo palo.

Secondo tempo

Al 52' il Sassuolo torna in vantaggio grazie alla rasoiata di Djuricic che si spegne nell'angolino sinistro della porta difesa da Silvestri: da matita blu nell'occasione il disimpegno di Gunter sul traversone di Kyriakopoulos. I padroni di casa insistono al 57' con il tentativo dalla distanza di Locatelli che arma il tacco di Ferrari che non va a segno. La missione riesce al 60' sull'altro fronte a Zaccagni, la cui rete viene tuttavia annullata per fuorigioco. Al 64' deve volare Silvestri sulla punizione di Berardi, mentre al 78' a evitare il peggio ai suoi sull'altro lato è Ferrari con un grande intervento in acrobazia sulla linea sul lob di Barak che aveva scavalcato Consigli. I rimpianti del Verona durano poco perché all'80' da uno scambio tra Lazovic e Bessa nasce il punto del 2-2, con Dimarco che al volo non perdona il portiere di casa. Il Sassuolo non si abbatte e prima sfiora il nuovo vantaggio con Berardi (provvidenziale la deviazione in corner di Dawidowicz) e poi lo ottiene all'83' con Traoré sugli sviluppi di una mischia in area dopo un calcio d'angolo. Questa volta gli ospiti (che perdono per proteste il proprio allenatore Juric) non riescono più a replicare e devono quindi incassare una sconfitta che sul versante emiliano diventa una vittoria attesa praticamente un mese.

Leggi anche - Serie A, Torino-Inter, le probabili formazioni