Domenico Berardi (Ansa)
Domenico Berardi (Ansa)

Reggio Emilia, 24 aprile 2021 - Dopo il clamoroso successo sul Milan non si ferma la marcia del Sassuolo, che batte anche la Sampdoria e trova così la quarta vittoria di fila e lo fa grazie a un gol in acrobazia di Berardi. Per il talentuoso esterno neroverde, per distacco il migliore in campo, è la 14esima gioia stagionale che certifica l'ottimo momento vissuto dagli emiliani, che interrompono quello altrettanto roseo dei blucerchiati: la produzione offensiva degli ospiti è tutta nel palo colpito da Jankto al 12', decisamente troppo poco per impensierire una delle squadre più in forma del campionato.

Primo tempo

Il Sassuolo manovra a lungo la sfera e al 2' guadagna il primo corner della partita: sugli sviluppi dell'angolo la palla arriva al limite dell'area a Berardi, che cerca il secondo palo ma trova la buona replica di Audero. La Sampdoria soffre ma al 12' sfiora il vantaggio a conclusione di una ripartenza fulminea orchestrata da Candreva, Gabbiadini e Keita: il tiro di quest'ultimo diventa un assist per l'accorrente Jankto, che in scivolata colpisce il palo. I blucerchiati insistono e allo scoccare del quarto d'ora di gioco serve un super Chiriches collocato sulla linea di porta per cancellare la gioia del gol a Colley su sviluppi di una punizione. Dopo i due brividi ravvicinati i padroni di casa tornano pericolosi con Traoré, la cui conclusione a giro non va lontana dal bersaglio grosso: al 26' il numero 23 neroverde trova la via della rete ma la bandierina del guardalinee vanifica tutto.

Secondo tempo

La prima occasione della ripresa è di marca doriana: Lopez perde un sanguinoso pallone a centrocampo che finisce a Damsgaard che, in un eccesso di generosità, prova a imbucare per Gabbiadini anziché tirare da ottima posizione. Il Sassuolo risponde al 58' con Berardi, la cui conclusione a botta sicura trova però una deviazione in corner della difesa ospite: sugli sviluppi del tiro dalla bandierina il protagonista è sempre il numero 25, che tira di nuovo ma deve ancora vedersela con la retroguardia blucerchiata (in particolare con un ottimo Yoshida). I piazzati sono l'arma in più dei padroni di casa, che al 60' con questo fondamentale sono pericolosi con Chiriches: Audero è attento in questo caso e anche poco dopo sull'affondo di prepotenza del neo entrato Boga. La Sampdoria replica con Keita, che angola troppo il piattone dall'interno dell'area di rigore. Quello degli ospiti è però solo un lampo nel monologo del Sassuolo, che al 69' raccoglie i meritati frutti grazie a Berardi, che si fa trovare pronto sul rinvio corto di Colley su cross di Locatelli e in rovesciata da due passi trova il suo 14esimo gol stagionale. La banda De Zerbi insiste e al 73' manda ancora al tiro uno scatenato Boga: Audero stavolta non si fa sorprendere ma ciò non basta a evitare la sconfitta ai suoi, che cadono sotto la furia neroverde.

Leggi anche - Serie A, vittoria di orgoglio del Crotone a Parma