Sassuolo-Napoli (Ansa)
Sassuolo-Napoli (Ansa)

Reggio Emilia, 3 marzo 2021 - Reti, legni, rigori e polemiche: non manca nulla in Sassuolo-Napoli, che si chiude con un pirotecnico 3-3 che in un certo senso scontenta tutti. I neroverdi, in vantaggio per ben due volte grazie all'autogol di Maksimovic e al rigore trasformato al tramonto del primo tempo da Berardi: nel mezzo la rete di Zielinski. Gli azzurri, che avevano completato la rimonta con Di Lorenzo e Insigne, sempre dagli undici metri. Undici metri che saranno poi fatali ai partenopei in pieno recupero, quando l'arbitro Marini manda sul dischetto Caputo, che scrive un 3-3 definitivo viziato anche dall'ombra di ben 3 legni (2 colpiti dai padroni di casa) e dalla scia di polemiche che arriverà implacabile nei prossimi giorni.

Sassuolo-Napoli 3-3, rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica

Il primo tempo

Dopo una fase di studio al 10' è il Sassuolo a rendersi pericoloso con Caputo, il cui tiro viene deviato in corner: l'occasione era nata da un errore in costruzione del Napoli, non il primo della partita né sulla sponda azzurra né su quella neroverde. Al 15' il numero 9 di casa apparecchia per Berardi, che riesce a calciare nonostante il precedente intervento di Demme: Meret è attento e si rifugia in angolo. Il Sassuolo si fa preferire ma il gol lo trova il Napoli al 21' con Insigne, che con il suo consueto destro a giro da posizione defilata non lascia scampo a Consigli: l'intervento del VAR tuttavia annulla la prodezza del capitano partenopeo. La malasorte non abbandona gli azzurri, che al 24' cadono sotto il fuoco amico quando Maksimovic devia nella propria porta una punizione guadagnata da Defrel e calciata da Berardi. Il Napoli non si abbatte e pareggia subito i conti: è il 38' e Demme serve Zielinski, che col mancino a giro trafigge Consigli sul palo lontano. Stavolta è il Sassuolo a non demoralizzarsi, trovando subito l'occasione per tornare in vantaggio: la chance la offre Hysaj, che tampona in area Caputo. Per l'arbitro Marini è rigore: della battuta se ne incarica Berardi, che calcia centrale e beffa Meret.

Il secondo tempo

Nonostante il vantaggio, i neroverdi insistono in attacco anche all'alba della ripresa, quando Caputo fa sponda per Defrel, il cui mancino impensierisce non poco il portiere azzurro. Il Napoli replica al 57' con Maksimovic, che potrebbe farsi perdonare la sfortunata autorete ma di testa spedisce alto il morbido cross di Mertens. Al 61' i neroverdi tornano pericolosi con Djuricic, che raccoglie un traversone smanacciato alla buona da Meret: quest'ultimo non si fa sorprendere dal tentativo del numero 10 di casa. Al 68' il portiere azzurro è battuto dal grande mancino da posizione centrale di Berardi: a salvarlo è il duro legno della traversa. La malasorte stavolta si accanisce sul Sassuolo, che dopo due giri di lancette centra il palo: il protagonista è Caputo. E' il preludio al pareggio del Napoli, che matura al 72' grazie alla spaccata vincente di Di Lorenzo su cross di Insigne. Al 76' gli azzurri potrebbero addirittura andare in vantaggio con Fabian Ruiz, che ha il merito di farsi trovare pronto su un errore in uscita di Ferrari ma il demerito di calciare praticamente addosso a Consigli. Quest'ultimo proprio al 90' viene spiazzato da Insigne, che si incarica di battere il rigore concesso da Marini per un contatto tra Haraslin e Di Lorenzo. Il festival dei tiri dal dischetto non finisce, con l'arbitro che in pieno recupero continua la tradizione: il protagonista, stavolta in positivo, è ancora Haraslin, steso da Manolas. Ci pensa Caputo a non sbagliare il rigore, chiudendo il match di un 3-3 ricco di emozioni e polemiche.

Tabellino

Sassuolo (4-2-3-1) Consigli; Muldur (28'st Toljan), Marlon, Ferrari, Rogerio; Lopez (40'st Obiang), Locatelli; Berardi (40'st Oddei), Defrel (34'st Traore), Djuricic (40'st Haraslin); Caputo. In panchina: Pegolo, Turati, Magnanelli, Ayhan, Peluso, Raspadori, Kyriakopoulos. Allenatore: De Zerbi. 

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic (41'st Manolas), Hysaj (28'st Ghoulam); Fabian Ruiz, Demme (28'st Bakayoko); Politano, Zielinski (40'st Lobotka), Insigne; Mertens (22'st Elmas). In panchina: Contini, Ospina, Zedadka, Mario Rui, Costanzo, D'Agostino, Cioffi. Allenatore: Gattuso. 

Arbitro: Marini di Roma. 

Reti: 36'pt Maksimovic (aut), 38'pt Zielinski, 46'pt Berardi (rig), 27'st Di Lorenzo, 45'st Insigne (rig), 50'st Caputo (rig). Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Djuricic, Demme, Marlon, Ghoulam. Angoli: 6-4. Recupero: 2' pt, 3' st.
 

Leggi anche - Serie A, Juventus-Napoli si recupera il 17 marzo