Fabio Quagliarella (Ansa)
Fabio Quagliarella (Ansa)

 

Genova, 16 dicembre 2021 - Con Spezia-Lecce e Sampdoria-Torino si è completato il quadro dei sedicesimi di Coppa Italia: ad avanzare agli ottavi sono i salentini e i blucerchiati, che se la vedranno rispettivamente con Roma e Juventus.

Al Picco si aggrava la crisi della squadra di Thiago Motta, la cui panchina comincia a traballare sempre di più. Un'altra mazzata all'allenatore italo-brasiliano è stata rifilata dalle reti messe a referto da Listkowski al 43' e Calabresi al 55' a coronamento di una partita sempre in mano agli ospiti: per loro il premio si chiama Olimpico di Roma.

Decisamente più combattuta la gara del Ferraris, aperta dal rigore trasformato al 16' da Quagliarella: punito nell'occasione il fallo del rientrante Mandragora su Depaoli. Il centrocampista granata si fa perdonare al 54', quando a sua volta è glaciale dal dischetto indicato dall'arbitro Piccinini dopo un contatto tra Chabot e Brekalo. Il Doria non accusa il colpo e, anzi, rimette la testa avanti già al 60' grazie al mancino di Verre, servito da Ciervo. D'Aversa, oltre a trovare il pass per gli ottavi e il conseguente appuntamento con la Juventus, scopre anche risorse ulteriori all'interno della sua squadra, che sta dimostrando di poter far bene anche senza il miglior Candreva.

Spezia-Lecce 0-2

(43' Listkowski, 55' Calabresi)

Sampdoria-Torino 2-1 (16' Quagliarella (r), 60' Verre; 54' Mandragora (r))





Leggi anche - Coppa Italia, avanzano Genoa, Venezia e Udinese