Massimo Ferrero
Massimo Ferrero

Genova, 15 settembre 2019 - Continua la querelle legata alla cessione del Sampdoria. Manca ancora l'accordo fra Massimo Ferrero e il gruppo rappresentato da Gianluca Vialli sul valore del club, da trovare entro la fine del mese. Questo alla luce della lettera di intenti firmata lo scorso 22 agosto, nella quale le parti si impegnavano a una trattativa "in esclusiva" fino a settembre per il passaggio di proprietà del sella società. A riguardo è intervenuto in giornata Ferrero, che ha parlato della situazione a La Domenica Ventura, nuovo programma di Radi Due. 

"Io l’ho chiamata la tarantella. Se uno vuole una squadra, fa un prezzo e la compra, come ha fatto Commisso - il messaggio del presidente blucerchiato - Io non ho chiesto niente, è chi se ne intende che dà un valore alla Sampdoria. Quando sono arrivato io la Primavera giocava a 80 km, la squadra non aveva una casa e uno stadio. Ho inventato la Sampdoria Next Generation, una scuola di calcio per i ragazzi. Vialli? Non l’ho sentito. Non c’è una trattativa: se mi danno i soldi che vale la Samp, vado via. Io non ho paura di nulla: ho questa squadra nel cuore".