I rossoblù di Sinisa Mihajlovic espugnano Marassi grazie a un super Barrow
I rossoblù di Sinisa Mihajlovic espugnano Marassi grazie a un super Barrow

Genova, 28 giugno 2020 – È il Bologna a uscire dal campo con i tre punti. Dopo un primo tempo dai ritmi bassi nella ripresa si accende il match: la sblocca Barrow su rigore, raddoppia Orsolini su assist del gambiano. Nel finale la Sampdoria la riapre con il gol di Bonazzoli (su errore di Skorupski), ma il forcing finale dei blucerchiati non ha esito positivo. Vittoria importante per il Bologna che continua a cullare il sogno Europa, brutto passo falso della squadra di Ranieri che resta ampiamente coinvolta nella lotta per non retrocedere. 

RITMI BASSI – Ranieri rinuncia ancora a Ramirez, gioca Gabbiadini in attacco al fianco di La Gumina. Nel Bologna turno di riposo per Barrow: c’è Palacio a completare il tridente con Sansone e Orsolini. I primi venti minuti scorrono senza particolari sussulti, complice anche il caldo, poi si accende il Bologna: corner dalla destra per la sponda di testa di Tomiyasu, sul secondo palo c’è Sansone che stoppa e calcia trovando la pronta risposta di Audero. Prova a reagire la squadra di casa, tentativo di Vieira dalla distanza ma la palla si perde abbondantemente a lato. Il match stenta a decollare, nemmeno il cooling break riesce a rivitalizzare le due squadre che sembrano volersi risparmiare. Al 34’ primo squillo dei blucerchiati: splendida verticalizzazione di Gabbiadini per La Gumina che incrocia con il mancino, bravo Skorupski a bloccare in due tempi. Passano cinque minuti ed è ancora La Gumina a provarci, questa volta di testa: palla alta. È l’ultima “emozione” di un primo tempo non esaltante: è 0-0 all’intervallo. 

BARROW DECISIVO – La ripresa inizia senza cambi da parte dei due allenatori. Il primo brivido per il Bologna arriva dopo pochi minuti: Bereszynski calcia dalla lunghissima distanza, sfiorando l’incrocio dei pali alla destra di Skorupski. Mihajlovic prova a scuotere i suoi, e inserisce Barrow per Sansone. Anche in questa ripresa, però, i ritmi restano molto bassi e nessuna delle due squadre riesce a impensierire realmente i portieri avversari. È ancora la Sampdoria ad andare vicino al gol al 63’: ci prova Vieira da fuori area, una deviazione fa cambiare la traiettoria alla palla che sfiora il palo alla sinistra di Skorupski. Episodio chiave al 70’, quando Murru stende in area di rigore Orsolini: dal dischetto si presenta Barrow che apre il destro, Audero intuisce l’angolo ma non riesce a parare. La partita cambia completamente, e il Bologna riesce a raddoppiare immediatamente: Barrow scappa sulla sinistra e mette palla al centro per Orsolini che di testa deve solo appoggiare in rete. I rossoblù giocano sul velluto, la Sampdoria non riesce a reagire: ancora Barrow vicinissimo al gol, destro a giro del gambiano che scheggia il palo alla sinistra di Audero. Quando la partita sembra finita, però, la Samp la riapre: Skorupski esce a vuoto e per Bonazzoli è un gioco da ragazzi metterla dentro di testa. Il forcing finale dei blucerchiati non porta però al gol, è il Bologna che vince 2-1!