Filippo Inzaghi allo stadio Luigi Ferraris di Genova (Ansa)
Filippo Inzaghi allo stadio Luigi Ferraris di Genova (Ansa)

Genova, 26 settembre 2020 - La Sampdoria ospita il Benevento di Pippo Inzaghi, al ritorno in Serie A dopo la promozione dello scorso anno nella serie cadetta. I primi venti minuti delle Streghe sono da incubo: Montipo combina un pasticcio e regala un gol a Quagliarella all'8', poi Colley di testa punisce ancora la difesa ballerina di Inzaghi al 18'. Col passare dei minuti il Benevento cresce ed effettua una clamorosa rimonta. Caldirola realizza una doppietta all'esordio in Serie A, poi Letizia trova un eurogol al minuto 88 che completa l'impresa. La Samp incassa la seconda sconfitta consecutiva in questo difficile avvio di campionato.

Sampdoria-Benevento 2-3, rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica


PRIMO TEMPO - Ranieri schiera un 4-4-2 con Bonazzoli e Quagliarella in avanti. Pippo Inzaghi sceglie il 4-3-2-1, con Caprari e Roberto Insigne a supporto di Moncini. Al 5' Jankto serve con un traversone basso Bonazzoli, che viene anticipato tempestivamente da Glik. Palla che sfiora il palo e termina in angolo. Al minuto 8 l'estremo difensore Montipo sbaglia un passaggio nel giro palla da dietro, Bonazzoli ne approfitta e serve Quagliarella, che a due passi dalla porta sguarnita non sbaglia e sblocca il risultato. La Sampdoria raddoppia al 18': sugli sviluppi di un corner Candreva crossa dalla destra, Colley anticipa Glik di testa e firma il 2-0. Audero salva i padroni di casa al 24'. Letizia serve sul secondo palo Moncini, che di testa la angola bene ma trova il riflesso super del portiere avversario. Dabo al 32' scaglia un gran destro dai sedici metri ma va a sbattere ancora contro il muro eretto da Audero, che in tuffo devia in angolo. Proprio sugli sviluppi del calcio d'angolo Caldirola è il più svelto a calciare un pallone vagante in area e a riaprire la partita. In chiusura di frazione è ancora Dabo, uno dei più propositivi delle Streghe, a calciare dalla distanza. Il suo tiro finisce troppo largo sul fondo.

SECONDO TEMPO - Il secondo tempo si apre con un brivido per la Sampdoria. Colley sbaglia un retropassaggio e lancia Insigne verso la porta di Audero. L'ala del Benevento incrocia con il mancino e sfiora il palo. I ritmi restano piuttosto bassi, con gli ospiti che hanno preso le misure agli avversari e gestiscono comunque meglio la palla. Caprari cerca una conclusione difficilissima a giro dalla distanza al 65', pallone alto sulla traversa. Il Benevento si divora il pareggio al 70', quando Moncini riceve una sponda aerea a pochi passi dalla porta e la schiaccia a lato di poco. Due minuti dopo è ancora Caldirola a bucare Audero, di nuovo su calcio d'angolo. La gara torna in equilibrio sul 2-2 al minuto 72. Dall'altra parte Gabbiadini, appena entrato, colpisce il palo con un ottimo ma sfortunato colpo di testa all'84'. Letizia completa la rimonta delle Streghe all'88'. Il terzino scaglia un collo destro dalla distanza che batte l'incolpevole estremo difensore blucerchiato. Colley ha sulla testa l'ultimo pallone del match, che spedisce però largo sul fondo. La partita si chiude sul 3-2 a favore degli ospiti.


Tabellino

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Colley, Tonelli, Augello; Candreva (14'st De Paoli), Verre (14'st Thorsby), Ekdal, Jankto; Quagliarella (39'st Gabbiadini), Bonazzoli (18'st Ramirez). In panchina: Ravaglia, Vieira, Askildsen, Regini, Yoshida, Ferrari, Leris, Damsgaard. Allenatore: Ranieri. 

Benevento: (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Caldirola, Glik, Foulon (36'st Tuia); Ionita, Schiattarella, Dabo (14'st Improta); Insigne (36'st Hetemaj), Caprari (30'st Sau); Moncini (30'st Lapadula). In panchina: Manfredini, Lucatelli, Del Pinto, Maggio, Di Serio, Pastina, Vokic. Allenatore: F.Inzaghi. 

Arbitro: Dionisi di L'Aquila. 

Reti: 8'pt Quagliarella, 18'pt Colley, 33'pt e 28'st Caldirola, 43'st Letizia. Note: temperatura ideale, terreno di gioco in ottime condizioni. Ammoniti: Augello, Tonelli, Dabo, Ramirez. Angoli: 6-4 per la Sampdoria. Recupero: 1'; 4'.