Giorgio Chiellini in azione. Annullato un suo gol dal Var
Giorgio Chiellini in azione. Annullato un suo gol dal Var

 

Salerno, 30 novembre 2021 - Missione compiuta per la Juventus. All'Arechi di Salerno Chiellini e compagni dovevano vincere e i tre punti arrivano. 2-0 per la Vecchia Signora, trascinata al successo dai gol nel primo tempo di Dybala e nella ripresa di Morata. Ripresa nella quale, prima del raddoppio dello spagnolo, i granata colpiscono un clamoroso palo con Ranieri. Proprio sul gong finale Dybala avrebbe la chance per incrementare il bottino, ma il suo rigore termina altissimo. Con questa affermazione i ragazzi di Allegri salgono a quota 24 punti, restando a -7 dalla zona Champions League. La Salernitana invece non si smuove dall'ultima posizione in classifica. 

La sblocca Dybala

 

Colantuono deve rinunciare su tutti a Ribery. Senza l'estro del francese, il tecnico granata si affida in avanti alla coppia composta da Bonazzoli e Simy. Dall'altra parte Allegri ritrova dall'inizio Chiellini e lancia Pellegrini, Kulusevski e Kean. L'avvio della Vecchia Signora è estremamente propositivo e al 6' già colleziona la prima palla gol con Kulusevski, che conclude di poco sul fondo. Madama prova a calciare più volte verso la porta di Belec, senza però spaventare il portiere locale. Insidioso invece il colpo di testa al 15' di Simy, out non di molto. Scampato il pericolo, la Juventus torna ad attaccare e al 21' la combinazione tutta mancina fra Dybala e Kulusevski porta alla conclusione l'argentino, che da fuori area non dà scampo a Belec. Pochi minuti più tardi gli ospiti firmano il raddoppio, ma la rete di Chiellini - tempestivo nel girare in porta la respinta sul palo di Belec in occasione della splendida punizione di Cuadrado - viene annullata per fuorigioco millimetrico di Kean. E così la partita resta in equilibrio, con i piemontesi che vanno all'intervallo con il minimo vantaggio nonostante un primo tempo dominato. 

Palo Ranieri, Morata non sbaglia

La ripresa sembra cominciare sulla medesima falsariga. Chiare chances per la truppa di Allegri tuttavia non si registrano e anzi, è la Salernitana ad andare a un passo dalla marcatura. Al 58' un'azione confusa nell'area juventina viene conclusa da Ranieri con un mancino a botta sicura, che viene respinto clamorosamente dal palo. Il legno centrato galvanizza i padroni di casa, che si lanciano all'assalto della porta avversaria. La Vecchia Signora resiste, uscendo indenne da 10 minuti di sofferenza, e al 70' il neo entrato Morata approfitta dell'assist di Bernardeschi per timbrare con un tocco ravvicinato lo 0-2. E' l'episodio che infrange definitivamente i sogni di gloria della squadra di Colantuono. Dopo la zuccata sull'esterno della rete di Gyomber, è monologo Juventus nel finale di gara. Prima Morata, poi Dybala non inquadrano il bersaglio grosso fra l'80' e l'82'. Le occasioni più grandi per il tris capitano a Dybala, che all'86' non finalizza una magnifica azione con Kulusevski e Morata, facendosi murare da Belec. La Joya potrebbe riscattarsi al 94', quando Morata si guadagna un rigore. L'argentino tuttavia scivola al momento della battuta, spedendo la sfera alle stelle. Poco male per i viaggianti, che festeggiano il ritorno alla vittoria. 

Leggi anche: Sassuolo-Napoli, probabili formazioni e dove vederla