Cristiano Ronaldo è ancora in Portogallo in attesa di capire il futuro del campionato
Cristiano Ronaldo è ancora in Portogallo in attesa di capire il futuro del campionato

Madeira (Portogallo), 2 maggio 2020 - Cristiano Ronaldo e l'Italia restano ancora lontani. Forse troppo per chi legge nella distanza dal fuoriclasse juventino la conferma di un campionato che non riprenderà più. Come se CR7 e la Serie A fossero una cosa sola: l'assenza del portoghese d'oro diventa sineddoche di una speranza che ogni giorno perde consistenza. Se non torna lui, significa che non si gioca più: temono i seguaci (ma non solo loro) del cinque volte Pallone d'oro.

Di certo c'è che, contrariamente alle voci che si rincorrevano negli ultimi giorni circa un suo imminente ritorno a Torino, Ronaldo è ancora nella sua Madeira, nel blu dell'Atlantico, dov'è volato lo scorso 9 marzo, all'indomani di Juve-Inter, quando già i venti del Coronavirus soffiavano forte in Italia. "Alla scoperta della mia isola con la miglior compagnia possibile", scriveva poche ore fa su Instagram, insieme al suo primogenito Cristiano junior con alle spalle un panorama da Lost. Sorriso alla Clark Kent e muscoli (volutamente) tiratissimi: come a voler dire, io se volete, sono pronto.

Da lunedì i calciatori possono tornare ad allenarsi individualmente in Italia, ma c'è da capire se CR7 tornerà subito a Torino. Fin qui, come Ibrahimovic, anche lui ha preferito allenarsi tra le mura del proprio castello, nell'attesa di notizie più certe. A onor del vero, oltre al portoghese, altri 8 giocatori bianconeri sono nei rispettivi paesi d'origine: De Ligt, Douglas Costa, Danilo, Alex Sandro, Higuain, Khedira, Rabiot e Szczesny. Ma quando a scacchi si muove il re è un'altra cosa.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Discovering my island with the best company👨‍👦❤️ #madeiraisland #staysafe

Un post condiviso da Cristiano Ronaldo (@cristiano) in data: