Mkhitaryan convince in maglia giallorossa
Mkhitaryan convince in maglia giallorossa

Roma, 2 marzo 2020 - Una media di un gol ogni due partite, più gli assist che fanno da sempre parte del suo repertorio: Mkhitaryan da quando è tornato dall'infortunio è il vero valore in più della Roma, quello in grado di far cambiare passo a una squadra che per rincorrere un'Atalanta che viaggia a velocità proibitive non può appoggiarsi sul solo Dzeko.

E infatti a incidere in questa parentesi di stagione, le ultime sei giornate in cui la Roma è riuscita a rovesciare un trend di inizio 2020 dai ritmi horror, è stato proprio l'armeno, assente fin troppo nei primi mesi di campionato per via di continui problemi fisici che purtroppo lo accompagnano da tanti anni in carriera. Con il Cagliari è una rete da dividere a metà con Kolarov ma al di là dell'assegnazione della marcatura c'è da sottolineare come l'ex Arsenal sia un calciatore di grande impatto in questa squadra.

Dopo l'assenza forzata di Zaniolo era abbastanza surreale pretendere che fosse il giovane Carles Perez a decidere le sorti della squadra, e allora è stato fondamentale recuperare Mkhitaryan per avere una grande qualità sulla trequarti, maggiore ritmo nel possesso palla e più inventività nelle palle da giocare in verticale.

Il suo apporto è quasi dominante, e fa sentire quanto la sua mancanza sia stata un deficit per la Roma nelle tante giornate di infortunio. Di fatto è la carta che rende credibile una rincorsa al quarto posto Champions League: l'Atalanta è durissima da riprendere per i giallorossi, ma di fatto dista solo 3 punti. Ciò significa che con continuità di risultati si può provare a fare la corsa anche su una squadra oggettivamente superiore nell'arco di tutto il campionato, ma comunque ancora raggiungibile. E con un Mkhitaryan così quella continuità potrebbe essere una qualità facilmente raggiungibile.