L'armeno Mkhitaryan potrebbe restare a Roma fino al 2023 (Ansa)
L'armeno Mkhitaryan potrebbe restare a Roma fino al 2023 (Ansa)

Roma, 27 dicembre 2020- La parte più importante della sessione invernale di calciomercato per la Roma sarà quella di trattenere tutti i suoi big. Prima di ragionare su acquisti e cessioni, la società guidata dai Friedkin ha intenzione di prolungare il contratto ai giocatori più importanti della squadra per costruire un progetto vincente a lungo termine.

Precedenza a Mkhitaryan

L'armeno è forse il giocatore principale che la Roma proverà a trattenere. Il suo contratto scade a giugno 2021 con l'opzione del rinnovo in automatico al raggiungimento di tre condizioni. E in verità Mkhitaryan ne ha già archiviate due raggiungendo la quota di assist e gol prestabilita. L'unico obiettivo da raggiungere resta quello delle presenze (ne occorrono 23 in tutto), ma in ogni caso i giallorossi gli proporranno un prolungamento fino al 2023. Poi sarà il turno di Zaniolo che nel frattempo sta lavorando per tornare in campo il prima possibile. Il giocatore e la società hanno già trovato l'accordo, ma probabilmente la firma arriverà quando il giocatore avrà superato totalmente l'infortunio.

Rinnovi anche per Mirante e Pellegrini

La questione legata ai due portieri potrebbe risolversi proprio con il calciomercato. Pau Lopez infatti sembra essere di nuovo a un passo dall'addio e per questo la Roma ha deciso di proporre il rinnovo di contratto a Mirante che in questa stagione è stato spesso titolare con risultati sorprendenti, anche se con l'arrivo di un nuovo portiere potrebbe accomodarsi ancora in panchina. Più complicati invece i contatti con Pellegrini: il giocatore ha un contratto che lo lega alla Roma fino al 2022, ma con una clausola da 30 milioni di euro che potrebbe stuzzicare la fantasia di molti club. E per evitarlo la società dovrà convincerlo a firmare entro il 2021 per evitare accordi con altre squadre.

Leggi anche: Roma, la crescita di Karsdrop cancella le necessità di mercato