Xhaka parla dell'interesse della Roma
Xhaka parla dell'interesse della Roma

Roma, 30 maggio 2021- Uno degli obiettivi della Roma si sbilancia sul futuro: Granit Xhaka è il centrocampista scelto dai giallorossi e la trattativa con l'Arsenal sembra essere già in fase avanzata. E riguardo a questo lo svizzero ha rilasciato alcune dichiarazioni a blick.ch, parlando dell'interesse del club capitolino e della possibile collaborazione con Jose Mourinho.

Priorità alla nazionale

Oltre ogni interesse, Xhaka al momento è concentratissimo sulla nazionale: con la sua Svizzera dovrà affrontare l'Europeo e la voglia di far bene in questa competizione supera qualsiasi pensiero sul suo futuro. Per il momento quindi non c'è nessuna novità, anche se il centrocampista conferma l'interesse della Roma: "Questo mi rende orgoglioso. Certo che ho letto anche le voci. Ma ora sono concentrato al 100% sulla nazionale. Questo è più importante dell’Arsenal o delle voci in questo momento". Al momento è ancora sotto contratto con i Gunners, ma Xhaka non esclude assolutamente nessun trasferimento nella prossima sessione di mercato: "Ho altri due anni di contratto a Londra e all’Arsenal sanno cosa posso dare. Quando sarà il momento o dovremo parlare di un trasferimento, io ci sarò".

L'elogio a Mourinho

Una persona in grado di influenzare il suo futuro potrebbe essere proprio Mourinho, allenatore di cui Xhaka ha grandissima stima. Il grande bagaglio di esperienze e di vittorie che si porta dietro il portoghese sarà determinante per convincere alcuni giocatori a sposare il nuovo progetto della Roma: tutti hanno fiducia in lui e nelle sue capacità e anche il centrocampista svizzero è lusingato dal fatto di essere uno degli obiettivi dei giallorossi proprio a causa della sua presenza. E non nasconde l'ammirazione verso l'allenatore: "Sinceramente non ho sentito cosa ha detto Mourinho. Ma questo mi rende orgoglioso. Tutti conoscono Mourinho, sanno cosa ha realizzato. Mourinho sa come vincere titoli".

Leggi anche - Europei U21, le avversari dell'Italia: scopriamo la Svizzera