Roma-Verona (Ansa)
Roma-Verona (Ansa)

Roma, 15 luglio 2020- Continua il momento positivo per la Roma: dopo le vittorie contro Parma e Brescia i giallorossi calano il tris battendo in casa il Verona per 2-1. Tante le occasioni sprecate per i ragazzi di Paulo Fonseca che però sono riusciti a difendere il vantaggio fino alla fine, confermando quanto di buono visto nelle ultime uscite.

Roma-Hellas Verona 2-1, rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica

La sfida si mette subito sui giusti binari per la squadra di casa che dopo dieci minuti di gioco riesce a passare in vantaggio grazie a un calcio di rigore procurato da Pellegrini e trasformato da Veretout, uno dei migliori nelle ultime settimane. Il vantaggio regala fiducia alla Roma che prova subito a trovare il raddoppio affidandosi a Dzeko, tornato in campo da titolare dopo un turno di riposo. Al 25' arriva la prima azione pericolosa del Verona con un cross di Dimarco, ma sono sempre i giallorssi ad avere in mano il pallino del gioco e a sfiorare il gol con un tiro pericolosissimo di Mkhitaryan che si stampa sul palo interno.

Il raddoppio però è nell'aria e nei minuti di recupero del primo tempo diventa realtà grazie a un grandissimo colpo di testa di Dzeko, il sesto in questo campionato. All'inizio della ripresa arriva quasi a sorpresa il 2-1 del Verona, con Pessina che sfrutta un suggerimento di Zaccagni e infila la palla in rete di tacco. La squadra di Juric ritrova la fiducia persa nel primo tempo e prova a riacciuffare il pareggio, ma la Roma non si lascia travolgere e schiaccia il piede sull'acceleratore: prima Dzeko sbaglia un gol facile a tu per tu con il portiere e poi a 10 minuti dalla fine Mkhitaryan non trova la porta con una bordata potente dalla distanza. 

Per il Verona non c'è niente da fare nonostante qualche buona occasione creata nei secondi 45 minuti. I giallorossi sfruttano così il passo falso del Napoli a Bologna per allungare e consolidare il quinto posto che garantirebbe l'accesso diretto ai gironi di Europa League, obiettivo minimo fissato da Fonseca dopo aver visto sfumare la qualificazione in Champions.

Tabellino

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez, Mancini, Ibanez (47' st Villar), Kolarov, Bruno Peres (21' st Zappacosta), Veretout, Diawara (21' st Cristante), Spinazzola, Pellegrini (21' st Zaniolo), Mkhitaryan (43' st Perotti), Dzeko. (63 Fuzato, 15 Cetin, 27 Pastore, 17 Under, 31 Perez, 99 Kluivert, 19 Kalinic). All.: Fonseca. 

Verona (3-4-2-1): Silvestri, Empereur, Gunter, Kumbulla (19' pt Dimarco), Faraoni, Amrabat (38' st Badu), Veloso (38' st Stepinski), Lazovic, Pessina, Zaccagni (19' st Salcedo), Verre (18' st Eysseric). (22 A.Berardi, 96 Radunovic, 13 Rrahmani, 6 Lovato, 10 Di Carmine, 16 Borini, 18 Lucas). All.: Juric. 

Arbitro: Maresca di Napoli. 

Reti: nel pt 10' Veretout (rigore), 49' Dzeko; nel st 2' Pessina. Angoli: 7-6 per la Roma. Recupero: 4' e 5'. Ammoniti: Mancini, Pessina, Zaniolo, Cristante, Eysseric, Villar per gioco scorretto, Veloso per proteste. Espulso: Juric per proteste.