Smalling durante la sfida contro il Gent
Smalling durante la sfida contro il Gent

Roma, 21 febbraio 2020- Fra le incognite più grandi per la prossima stagione c'è anche il futuro di Chris Smalling: il difensore ha avuto un impatto formidabile in questa Roma fin dal suo arrivo, tanto da convincere già a metà stagione la sua dirigenza a trattare per la cessione definitiva dal Manchester United.

Gli inglesi hanno alzato di molto la posta, complicando di molto la situazione dei giallorossi che però non sono intenzionati a lasciar andare via un giocatore fondamentale come lui. A riprova della sua crescita dall'arrivo in Serie A c'è anche la concreta ambizione di Smalling di ritornare fra i 23 convocati dell'Inghilterra per il prossimo Europeo, un appuntamento che non vuole perdere per nessun motivo: "E’ passato tanto tempo, ma l’ambizione di tornare resta. So che Gareth Southgate e il suo staff hanno seguito alcune delle mie partite e questo mi dice che sono nei loro pensieri. Sto giocando in club di alto livello, ho questo obiettivo e cerco di dare il meglio di me perché mi piacerebbe molto fare parte della nazionale inglese agli Europei".

Di sicuro al ct dei Tre Leoni non sarà sfuggita la sua nuova vita calcistica qui in Italia, completamente diversa da quella che stava vivendo in Premier League negli ultimi anni. Il difensore ha ammesso che la sua nuova avventura gli sta dando davvero molto dal punto di vista professionale: "In Italia sto imparando tante cose a livello tattico e sulla gestione della partita, sto facendo mio lo stile italiano aggiungendo sicuramente qualcosa al mio modo di giocare, sto imparando e migliorando".

Per quanto riguarda il suo futuro Smalling non si sbilancia, anteponendo gli obiettivi della Roma di questa stagione alle questioni di mercato: "Sono venuto qui per dare il mio contributo, se riusciamo a chiudere bene la stagione e a centrare i nostri obiettivi credo che se ne possa parlare. Sono più che soddisfatto della prima parte della stagione, ora sono concentrato sulla seconda, c’è ancora tanto da fare. La mia famiglia mi ha seguito, sto imparando la lingua e mi trovo bene con la cultura, tutto ciò va sfruttato al massimo e io e la mia famiglia lo stiamo sicuramente facendo"

ADA COTUGNO