Schick in Roma-Sampdoria
Schick in Roma-Sampdoria

Roma, 11 novembre 2018 - Dopo due pareggi consecutivi contro Napoli e Fiorentina, la Roma ritrova i tre punti in campionato contro la Sampdoria, trasformatasi nella partita degli ex grazie ai gol di Schick e Defrel. Una vittoria schiacciante, bella e rassicurante che restituisce serenità a un ambiente che forse cominciava a sentire la pressione di una classifica non proprio soddisfacente.

Roma-Sampdoria 4-1, rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica aggiornata

I giallorossi però sono riusciti a sfruttare l’occasione per trovare un trionfo importante e convincente, contro una Samp rimasta intontita dopo la prima rete di Juan Jesus, al suo secondo centro in assoluto in Serie A. Il gol del difensore demoralizza i blucerchiati, incapaci di avvicinarsi alla porta di Olsen per tutto il corso del primo tempo. Una svolta per la Sampdoria arriva all’inizio della ripresa quando, nonostante i tantissimi attacchi della Roma, Manolas atterra Ramirez in area: Irrati fischia il calcio di rigore ma il VAR manda in frantumi i programmi della squadra di Gianpaolo costringendo l’arbitro a ritirare la sua decisione.

Ma al 59’, appena quattro minuti dopo il possibile tentativo di pareggio, la Roma chiude definitivamente i giochi con la meravigliosa azione che permetta a Schick di sbloccarsi proprio contro la sua ex squadra dopo un digiuno dal gol durato be 454 minuti. Dopo un altro rigore annullato da Irrati, questa volta dalla parte dei giallorossi, i ragazzi di Di Francesco calano anche il tris a 15 minuti dalla fine con un pallonetto a giro di El Shaarawy, bravo a raccogliere e trasformare in gol un rimpallo su Audero.

Sono però i minuti finali quelli ricchi di brividi: a un minuto dalla fine Defrel si toglie la soddisfazione di negare a Olsen la gioia della rete inviolata e di segnare ai suoi ex compagni di squadra, che però si vendicano quattro minuti più tardi con la doppietta di El Shaarawy che salta Audero e sigla il poker. La Roma lancia così un messaggio importantissimo a tutte le rivali che devono guardarsi le spalle da una squadra concreta, cinica e capace di regalare grandi prestazioni proprio come quella di oggi.

Tabellino

Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Kluivert (36' st Under), Lo. Pellegrini (34' st Zaniolo), El Shaarawy; Schick (23' st Dzeko). In panchina: Mirante, Fuzato, Santon, Fazio, Marcano, Coric. Allenatore: Di Francesco

Sampdoria (4-3-2-1): Audero; Bereszynski, Andersen, Colley, Murru; Vieira, Praet (1' st Jankto), Linetty (24' st Sala); Ramirez, Caprari (35' st Kownacki); Defrel. In panchina: Rafael Cabral, Belec, Ferrari, Tavares, Leverbe, Tonelli, Ekdal, Saponara, Quagliarella. Allenatore: Giampaolo

Arbitro: Irrati di Pistoia

Reti: 19' pt Juan Jesus; 14' st Schick, 27' st El Shaarawy, 44' st Defrel, 48' st El Shaarawy

NOTE - Ammoniti: Linetty, Florenzi. Angoli: 7-6 per la Roma. Recupero: 0'; 5'