Calafiori prolunga il contratto con la Roma
Calafiori prolunga il contratto con la Roma

Roma, 15 dicembre 2020- Il regalo più bello per i tifosi della Roma è arrivato qualche settimana prima di Natale: la società giallorossa ha annunciato ufficialmente il rinnovo di Riccardo Calafiori, diciottenne delle giovanili che ha fatto il suo esordio tra i grandi nella scorsa stagione.

La Roma blinda il suo talento

Dopo il primo gol in giallorosso, arrivato nella partita di Europa League contro lo Young Boys, tutte le grandi squadre si sono accorte del suo talento. La priorità della Roma era quindi quella di blindare il suo gioiellino, per evitare di scatenare l'asta la prossima estate. Ecco perché Friedkin ha deciso di proporgli un prolungamento del contratto fino al 30 giugno 2025, chiaro segno che la società e Paulo Fonseca hanno voglia di mettere Calafiori al centro del progetto futuro della squadra. Ad annunciare la firma sul nuovo contratto è stato il CEO Guido Fienga: "“Siamo felici di poter annunciare il rinnovo di contratto di Riccardo che, oltre a essere un ragazzo esemplare, rappresenta la testimonianza di come la società continui a puntare sullo sviluppo del proprio settore giovanile per trovare le migliori risorse da mettere a disposizione della prima squadra".

L'emozione di Calafiori

"Il rinnovo significa tantissimo per me" ha commentato il giocatore, emozionato per aver realizzato uno dei suoi sogni nel cassetto, ossia diventare un giocatore della Roma. E pensare che appena due anni fa la sua carriera sembrava essere rovinata da un bruttissimo infortunio che lo ha costretto a un'operazione in America e a tanti mesi difficili di riabilitazione. Tutto però è stato messo alle spalle e Calafiori può finalmente continuare a vivere la sua avventura in giallorsso, sperando di diventare uno degli elementi fondamentali della squadra: "Penso significhi molto per ogni ragazzo cresciuto qui con la passione per la Roma e che sogna un giorno di diventare calciatore della prima squadra. Sembra che io ci sia riuscito e forse ancora non me ne rendo conto. Cosa più bella al mondo non c’è".

Leggi anche - Inter-Napoli, le probabili formazioni