Tiago Pinto parla del mercato giallorosso
Tiago Pinto parla del mercato giallorosso

Roma, 1 settembre 2021- La pausa per le nazionali è appena cominciata e la Roma approfitta di questo momento per fare un bilancio sulle prime due partite giocate ma soprattutto sul calciomercato che si è concluso da poche ore. In conferenza stampa Tiago Pinto e tutto il suo staff hanno parlato delle ambizioni dei giallorossi, facendo anche chiarezza su qualche caso che ha tenuto banco per tutta l'estate, come il mancato arrivo di Xhaka.

Il mercato degli esuberi

La Roma si è presentata alla preparazione estiva con una grande rosa da sfoltire e rinforzare. Alcuni degli esuberi presenti sulla lista di Tiago Pinto sono stati piazzati, mentre altri siedono ancora sulla panchina: "Penso che trovare una soluzione per quasi 30 calciatori è un buon lavoro. Sono qui per imparare da tutti ma mi sembra che la domanda sia giusta in altri mercati. In questo mercato possiamo vedere e poi dare un giudizio complessivo. Per me era meglio se fossi riuscito a vendere qualcuno in più ma non abbiamo trovato solo per quelli che non sono voluti andare via. Abbiamo 10 finestre di mercato aperte e lavoreremo per questo". Sul fronte cessioni quindi i giallorossi continueranno a lavorare, così come su quello dei rinnovi. Pellegrini è il nome più caldo di tutti, anche perché in una recente conferenza Mourinho ne ha esaltato tutte le caratteristiche: "Non è un problema. Pellegrini vuole rinnovare e la Roma vuole farlo firmare. Nessun problema".

Questione Xhaka

Il suo è stato il nome più cercato da Mourinho per tutto il calciomercato, ma alla fine la Roma non è riuscita a regalare il centrocampista al suo nuovo allenatore. E Tiago Pinto svela i retroscena della trattativa: "Non è stato un tema di budget perché abbiamo speso più di quanto Dan e Ryan pensavano. Il mercato è dinamico e abbiamo dovuto accelerare il processo di ricostruzione. Tutti sapete dell’interesse che avevamo per Xhaka che poi non è andato avanti. Abbiamo fatto quello che era più urgente per la squadra.  In quel momento che non abbiamo preso Xhaka, nessuno vuole sentirsi rifiutato ma l’Arsenal non ha voluto vendere".

Leggi anche - Juve, Ronaldo: "Tornare allo United miglior scelta possibile"