Per Pastore possibile futuro negli Stati Uniti
Per Pastore possibile futuro negli Stati Uniti

Roma, 10 giugno 2020 - Javier Pastore vede il suo futuro sempre più lontano da Roma. Dopo una stagione in crescita rispetto allo scorso anno, seppur sempre segnata dai tanti infortuni (in particolare i continui problemi all'anca), l'argentino potrebbe lasciare la Capitale per andare negli Stati Uniti. Recentemente l'ex Palermo aveva rilasciato delle dichiarazioni in cui faceva capire che la Roma avrebbe riguardato il monte ingaggi per la prossima stagione, e tra i probabili partenti c'è proprio lui in lizza.

Pastore è gradito da diversi club negli Stati Uniti, una delle mete extra europee che potrebbe gradire di più: dopo aver fatto sapere che non ha intenzione di partire per campionati d'Oriente come quello cinese o quelli arabi, sono rimaste aperte le porte per un futuro negli Stati Uniti, forse l'unico campionato dove può trovare ingaggi simili a quello attualmente percepito a Roma. Tra i suoi estimatori c'è Guillermo Barros Schelotto, allenatore dei Los Angeles Galaxy argentino come lui che ha esplicitamente chiesto alla società di muoversi per metterlo sotto contratto.

Anche altre franchigie statunitensi si sono mosse per lui che rischia di diventare uno dei nomi caldi nel prossimo mese di settembre. Da non escludere però anche un possibile ritorno in Argentina: pur con condizioni contrattuali completamente differenti, il ritorno in patria non è mai da togliere dalla lista delle opzioni di un argentino, soprattutto se si tratta di uno che è stato nel giro della nazionale a lungo. Pastore è un tifoso del Talleres di Cordoba ma ha anche un ottimo passato all'Huracan, due club che potrebbero rappresentare, assieme alle big del Paese come Boca e River, le principali opzioni qualora non riuscisse a trovare l'accordo con una delle squadre americane. 

In ogni caso il suo futuro sembra dall'altra parte dell'Oceano, sicuramente lontano da Roma