Javier Pastore smentisce le voci sulla sua possibile partenza
Javier Pastore smentisce le voci sulla sua possibile partenza

Roma, 28 maggio 2020- Una dichiarazione d'amore in piena regola quella che Javier Pastore ha rivolto alla sua Roma: in un'intervista in diretta Instagram con una testata argentina, il Flaco ha ribadito l'amore per i colori giallorossi e la volontà di onorare il suo contratto fino alla fine, mettendo fine a tutte le voci che insistevano su un suo malcontento che lo avrebbe portato lontano dalla capitale nella prossima sessione di calciomercato.

"Io voglio restare. Adesso io penso a terminare questo campionato e poter raggiungere gli obiettivi del club- ha dichiarato il giocatore- Questa è la cosa più importante perché il club con questa situazione ha sofferto molto". L'argentino poi ha parlato della situazione della società, piombata in un momento di crisi che ha travolto tutto il calcio italiano a seguito della pandemia: "Questa società è un’impresa e ha bisogno di soldi perché è in perdita. Il club non sta passando un buon periodo, ha perdite molto importanti. Quindi tutti noi non sappiamo cosa succederà. Quando terminerà la stagione il club dovrà tornare in positivo e per far ciò dovrà vendere giocatori o comprare giocatori più giovani che guadagnano di meno. Stiamo aspettando. Io ho due anni di contratto, mi piacerebbe veramente restare fino alla fine".

Pastore smentisce anche tutte le notizie che sono giunte fino a oggi su un suo possibile trasferimento: "Mi sento molto bene, mi piace tantissimo la città. Io e la mia famiglia siamo molto felici. Anche con la squadra sto bene, per fortuna il tecnico crede molto in me, ho sempre giocato con lui. Io vorrei restare, escono molte notizie e non so il perché. Sono sempre vicino al trasferimento in Cina, in Giappone, in Argentina o in Inghilterra, ogni giorno ho un nuovo club. Però la verità è che io non ho parlato con nessuno, nemmeno con il mio club che non mi ha dato nessuna informazione su una qualche offerta per partire".

Anche per quanto riguarda il futuro, l'argentino ha le idee abbastanza chiare. L'obiettivo a fine carriera è quello di tornare nel suo Paese: "Mi piacerebbe tornare in Argentina, ma la cosa importante è che io stia bene e possa giocare. Mi piacerebbe tornare al Talleres o all’Huracan perché sono due club che mi hanno formato e mi hanno dato la possibilità di essere qui dove sono. Mi piacerebbe ritirarmi in Argentina con la mia gente, con i miei familiari e con i miei amici che mi possono vedere giocare sul campo".