Bryan Cristante (La Presse)
Roma, 8 novembre 2018. La Roma è tornata a casa dalla Russia con una bella vittoria e 3 punti che la collocano al secondo posto nel Gruppo G, a pari punti con il Real Madrid ma con una differenza reti sfavorevole. La qualificazione agli ottavi è a un passo: ai giallorossi basta solo un punto per la certezza matematica. Soddisfatti i giocatori giallorossi che già oggi hanno ripreso ad allenarsi. “Una vittoria fondamentale” – ha scritto Bryan Cristante sul suo profilo Instagram – “dando sempre l’anima e con la voglia di non fermarci più. Forza Roma!”. Il centrocampista, ieri titolare insieme a Nzonzi, punta a fare il bis nel match di campionato in programma domenica pomeriggio contro la Sampdoria. Se Cristante si sta ritagliando un ruolo importante nella squadra di Di Francesco chi stenta a trovare il suo posto è Patrik Schick. Il calciatore più pagato della storia della Roma non è ancora riuscito a entrare in sintonia con la squadra e con i tifosi e non ha saputo ripagare con le prestazioni in campo, l’esborso economico importante affrontato dalla società di James Pallotta. Per tutte queste ragioni il Direttore Sportivo Monchi starebbe valutando l’ipotesi di mettere l’ex blucerchiato sul mercato. “Ricopro il ruolo di direttore sportivo da 17 anni e forse questa è l’operazione della quale mi sento più contento, soddisfatto e orgoglioso”, queste le parole di Monchi nel presentare l’acquisto del ceco Patrik Schick nell’agosto del 2017. Molte cose sono cambiate da allora, gli infortuni e le difficoltà del centravanti hanno fatto raffreddare gli animi. Entro il 2020 il manager ex Siviglia dovrà versare nelle casse della Sampdoria l’ultima tranche da 20 milioni di euro del cartellino del giocatore che, per quella data, potrebbe avere già lasciato Trigoria. L’ipotesi è che Schick vada via dalla Capitale già a gennaio per evitare che una prolungata inattività ne causi il crollo del valore. La formula alla quale sta pensando Monchi è quella del prestito con diritto di riscatto e le squadre interessare sarebbero: Bologna, Udinese, Parma e Crystal Palace.