Mourinho carica la Roma
Mourinho carica la Roma

Roma, 18 agosto 2021- Domani ci sarà il debutto in una partita ufficiale per Jose Mourinho: il nuovo allenatore della Roma bagnerà questa nuova avventura con l'andata dei preliminari di Conference League contro il Trabzonspor. Non sarà un impegno facile, vista la qualità degli avversari, ma il portoghese è motivato a cominciare la stagione con il piede giusto, come ribadito nella conferenza stampa tenuta a Trebisonda questo pomeriggio.

 

Grandi sacrifici per la Roma

 

"La voglia di lavorare e di migliorare, non solo dei giocatori ma di tutti quelli all’interno del club e di appoggio". Tutti a Roma viaggiano nella stessa direzione: le indicazioni di Mourinho sono state chiare fin da subito e i giocatori hanno deciso di sposare totalmente il suo progetto. Bisognerà lavorare duro fin da subito: "Per fare un esempio, domani dopo la partita non andiamo a casa, rimaniamo a Trigoria perché dobbiamo riposare, arriveremo alle 4-5 del mattino. Ci sono dei sacrifici da fare se vuoi sentire una linea di professionalità. E mi ha colpito le braccia aperte di tutti. Ma posso dare mille esempi di quello che qui sono disponibili a fare. Tempo è una parola chiave quando ho iniziato a parlare con la proprietà. È una parola che sarà qui fino a che non siamo davvero un club altamente professionalizzato".

 

Partita di alto livello

 

Secondo Mourinho il Trabzonspor non sarà un avversario da superare e il livello della partita sarà molto alto: "Per essere diretto e pragmatico non sembra un playoff di Conference. La gente diceva che era una competizione senza squadre top. Ma se si guarda questo playoff sembra minimo di Europa League, per non dire di Champions, entrambe c’erano anni fa. Questo per me dice tutto". I turchi hanno superato il turno precedente con due prestazioni convincenti: "Per questa partita vedo una squadra organizzata e quando vedo questo vuol dire che l’allenatore è bravo. Hanno giocatori di esperienza, al contrario di noi loro basano la propria qualità sull’esperienza di tanti giocatori. È una buona squadra. È bello così, nessuno così può dire che la Conference sia facile da giocare". La Roma ritroverà anche tre ex giocatori della Serie A: "Tutto il club conosce perfettamente Peres, conoscono le sue qualità e il suo essere professionista. Gervinho gioca con libertà e può esprimere talento individuale, Hamsik è fondamentale a centrocampo, può essere pericoloso e può gestire ritmi e gioco".

Leggi anche - Lazio, prende quota l'idea Pedro