Mkhitaryan racconta la sua quarantena
Mkhitaryan racconta la sua quarantena

Roma, 25 marzo 2020 - Mkhitaryan è sicuramente uno dei volti principali delle ultime vittorie della Roma, un talento riscoperto dopo i tanti infortuni che ne hanno limitato la stagione. L'armeno ha rilasciato un'intervista ai media inglesi in cui ha parlato dell'emergenza Coronavirus, partendo dall'allenatore Arteta dell'Arsenal, che è anche una delle sue ex squadre. “È stato molto triste sentirlo. Spero che queste persone possano essere forti e uscire da questa situazione. Non c’è solo lui, ma anche tanti altri giocatori in tutto il mondo. Non solo nel calcio, anche nel basket e in altri sport alcune persone sono state infettate”.

Poi il racconto della sua nuova routine, fatta di particolari allenamenti ad hoc per la situazione. ““Sto cercando di mescolare tutto insieme: la palla, usare una bici e altri esercizi con i manubri. Sto cercando di fare tutto ciò che il club mi ha inserito nel programma d’allenamento. Non è facile perché ovviamente hai uno spazio limitato e ci sono alcune cose che non hai a casa, ma stiamo provando a trarne i migliori benefici. Ovviamente non è la soluzione migliore calciare in giro per l’appartamento, perché ai vicini dà fastidio. Al momento sto provando a fare tutto senza palla, perché è più importante essere in forma fisicamente che tecnicamente”.

E infine l'analisi del campo, su cosa sta andando nel rapporto tra lui e Fonseca. “Rispetto a quello che mi chiede Fonseca, l’allenatore dell’Arsenal voleva un altro tipo di gioco. Con Paulo mi trovo meglio perché giochiamo un calcio più propositivo che rispecchia meglio le mie caratteristiche. Non posso dire niente al momento sulla mia permanenza perché è tutto fermo. Non so quando torneremo a giocare e cosa succederà quest’estate. Nel calcio tutto cambia velocemente, un giorno sei qui e un altro sei da un’altra parte ancora, non sai mai cosa può capitare nel tuo futuro”.

Con la speranza di tornare in campo con la Roma e le prospettive di un futuro ancora incerto, Mkhitaryan vive la sua quarantena ancora inconscio di quale sarà la prossima maglia che vestirà.