Milik, affare in stallo con la Roma
Milik, affare in stallo con la Roma

Roma, 20 settembre 2020- Sembrava ormai concluso l'affare che avrebbe portato Arek Milik a vestire la maglia della Roma, ma nelle ultime ore i rapporti fra i giallorossi e il Napoli si sono incrinati. Il polacco non è stato convocato per la partita vinta dagli azzurri a Parma ed è rimasto così a Castelvolturno per allenarsi, in attesa di capire quale sarà il suo futuro.

Il nodo da sciogliere è sempre quello relativo alle multe inflitte da Aurelio De Laurentiis ai suoi giocatori per non essersi presentati al ritiro punitivo al centro di allenamento sotto la gestione di Carlo Ancelotti poco prima del suo esonero. Prima di andare alla Roma quindi Milik avrebbe chiesto al patron azzurro di archiviare la questione, ricevendo però un secco no come risposta. Ed è proprio questo uno dei motivi che hanno fermato di colpo la trattativa: il Napoli non intende andare incontro alle esigenze del suo giocatore, bloccandolo di fatto all'ombra del Vesuvio e rischiando di perderlo a zero nella prossima stagione, quando il suo contratto arriverà al termine.

La questione interessa da vicino anche la Roma che ieri si è ritrovata con uno Dzeko inutilizzato in panchina, promesso sposo della Juventus ma costretto a restare nella capitale finché la trattativa non si sarà bloccata. Il mancato arrivo di Milik quindi innescherebbe una reazione a catena che porterebbe anche i bianconeri di Pirlo a virare con urgenza verso un altro centravanti, per non ritrovarsi alla fine del mercato senza una pedina fondamentale. E a confermare la situazione del polacco ci ha pensato il ds del Napoli Cristiano Giuntoli, ai microfoni di DAZN nel post partita: "Abbiamo una trattativa con la Roma che non è ancora andata a buon fine, vediamo nei prossimi giorni".