Stefano Pioli (Ansa)
Stefano Pioli (Ansa)

Milano, 27 febbraio 2021 – Archiviato non senza patemi il passaggio agli ottavi di Europa League, dove i rossoneri affronteranno il Manchester United, il Milan si rituffa nel campionato dove domani sera è atteso alle 20.45 (diretta su Sky Sport) dal big match in casa della Roma, che mette in palio punti pesanti in chiave Champions, come ammesso oggi anche da mister Stefano Pioli: “La classifica ci dice questo. Lo scorso anno c’erano meno squadre in lotta. Il percorso fatto sin qui dalla Roma è ottimo e questa gara sarà uno scontro diretto. I punti valgono maggiormente e inizia un periodo con tanti impegni. Dobbiamo spingere e metterci alla prova”. Ai giallorossi mancherà Dzeko ma Pioli non si fida comunque degli uomini di Fonseca: “Hanno tante soluzioni offensive. Dzeko è un punto di riferimento ma giocano bene anche senza di lui. Noi dovremo essere molto compatti per contrapporci”. Vincere per i rossoneri potrebbe essere importante anche per uscire da un momento complicato, ma le critiche che stanno arrivando non destabilizzano il tecnico emiliano: “Fa parte della normalità. Siamo stati elogiati molto e adesso siamo criticati perché non riusciamo a giocare all’altezza. Nello spogliatoio però non cambia nulla, le giuste motivazioni ci sono. Il momento è decisivo perché da marzo si decidono il campionato e l’Europa League e noi vogliamo essere protagonisti. Le critiche ci possono aiutare e stimolare”.

L’atteggiamento e i singoli

L’importante, secondo Pioli, sarà non cambiare l’atteggiamento che ha contraddistinto i rossoneri in questi mesi: “Dovremo fare scelte tattiche molto precise. I nostri concetti di gioco non devono cambiare. Rispettiamo i nostri avversari e cercheremo di limitarli per poi provare ad esaltare le nostre caratteristiche”. L’allenatore del Milan ha poi cercato di allontanare le critiche piovute su capitan Romagnoli in queste ultime settimane: “Non cerco colpevoli e non parlo di singoli in situazioni come queste. Romagnoli ha giocato tanto e ci sta che possa non essere al top”. Fiducia anche per Rebic e Ibrahimovic: “Rebic sta bene anche se a Belgrado è stato meno preciso del solito. L’importante è creargli occasioni perché ha tutte le qualità per farlo. Di Ibra a Sanremo ne ha parlato di più la stampa. Zlatan è motivato e sereno. Pretende molto da sé stesso e dai compagni e pensa alla gara di domani come i compagni”. Pioli infine non ha escluso un possibile impiego di Tomori dal 1’ e ha confermato le assenze di Bennacer e Mandzukic: “Tomori si è inserito rapidamente e sta facendo bene. Ha ottime caratteristiche. Vredemo. Domani a parte Mandzukic, Bennacer e Maldini ci sono tutti”.

Leggi anche - Napoli-Benevento, probabili formazioni e dove vederla in tv