Edin Dzeko
Edin Dzeko

Roma, 27 aprile 2021- Mancano pochi giorni prima di dare il via alle semifinali di Europa League: la Roma incontrerà il Manchester United, secondo in classifica in Premier League e indiziato principale per la vittoria finale. A caricare i giallorossi ci ha pensato Dzeko nel corso di un'intervista rilasciata alla UEFA, nella quale ripercorre gli anni in Inghilterra come rivale dei Red Devils.

Imparare dal passato

E chi meglio di lui per conoscere l'avversario? Dzeko conosce molto bene lo United e la sua esperienza sarà fondamentale per la Roma. E l'attaccante ha anche la ricetta segreta per il successo: "Non capita tutti i giorni di giocare semifinali. Conosciamo la loro forza. Il Manchester United parte certamente favorito, ma il fatto stesso di essere arrivati in semifinale ci dà il diritto di crederci. Sappiamo che anche noi abbiamo qualità, ma innanzitutto dobbiamo giocare da squadra. Poi, nel calcio tutto è possibile". Ovviamente il sogno più grande è quello di regalare la coppa ai giallorossi: "Quando sei così vicino, vincere è indubbiamente l’obiettivo. Davanti a noi abbiamo uno degli avversari più forti degli ultimi 20 anni del calcio europeo, e non sarà affatto facile. Ne siamo consapevoli, ma non dobbiamo avere paura. Tutto è possibile".

Il bilancio contro lo United

Anche in questa occasione Dzeko partirà titolare, prendendo il posto di Borja Mayoral al centro dell'attacco. Di certo servirà tutto il suo talento e l'immenso bagaglio di esperienze che si porta dietro per mettere in difficoltà una squadra cos' in forma contro il Manchester United. In carriera infatti il bosniaco ha già punto molte volte la squadra inglese: in 9 partite giocate contro i Red Devils, Dzeko ha segnato 7 gol e servito 2 assist, un bottino di tutto rispetto che spera di ampliare giovedì sera. In nessuna occasione ha mai pareggiato contro lo United, ma l'unica nota stonata è rappresentata dalle 4 sconfitte contro i 4 trionfi, un numero che di certo non va a suo favore ma che proverà a sovvertire in questo doppio incontro.

Leggi anche - Bayern Monaco, Nagelsmann sarà il nuovo allenatore

ADA COTUGNO