Veretout, autore di una doppietta alla Juve (Alive)
Veretout, autore di una doppietta alla Juve (Alive)

Roma, 27 settembre 2020 - Roma e Juventus non si fanno male nel Sunday Night della seconda giornata di serie A. All'Olimpico finisce 2-2: un risultato che sa di rimpianto per i giallorossi e di sollievo per i bianconeri. In vantaggio per due volte nel primo tempo grazie alla doppietta di Veretout, inframezzata dal gol di Ronaldo, la formazione capitolina si ritrova avanti anche di un uomo nella ripresa per via dell'espulsione di Rabiot, ma si fa riprendere dal solito CR7, che regala ai suoi un punto prezioso per come si era messa la gara. I locali invece si possono mangiare le mani per l'occasione gettata al vento.

Serie A, risultati - Classifica

MORATA AL DEBUTTO - Nella Roma c'è quel Dzeko che avrebbe potuto giocare la partita con indosso l'altra maglia. Alle spalle del bosniaco nel 4-2-3-1 di Fonseca spazio al tridente Pedro-Mkhitaryan-Spinazzola. Dall'altra parte invece ecco la sorpresa di Pirlo, che lancia immediatamente dal 1' Morata. Rispetto all'esordio con la Sampdoria non c'è Frabotta nell'undici di partenza, dato che tocca a Cuadrado agire a sinistra. L'inizio è di marca giallorossa, con Mkhitaryan che ha un'occasione colossale al 13', quando l'armeno è fenomenale nel superare la difesa bianconera, ma a tu per tu con Szczesny si fa murare dal portiere polacco. Scampato il pericolo, la Vecchia Signora sembra salire di colpi, pur dimostrando di soffrire la pressione degli avversari. 

DOPPIO VERETOUT - E non a caso nasce proprio da un errore in fase di impostazione il tiro di Veretout respinto dal braccio largo di Rabiot nell'area dei campioni d'Italia. L'arbitro Di Bello non ha dubbi nel concedere il penalty ai padroni di casa, che viene trasformato dallo stesso centrocampista ex Fiorentina. La reazione degli ospiti è immediata e per poco Mancini non si fa gol da solo respingendo un cross di Ronaldo. Il portoghese è nuovamente protagonista al 42' e questa volta l'episodio sorride alla Juventus, visto che CR7 si guadagna il rigore (per tocco di mano di Pellegrini) che poi va a trasformare. Neanche il tempo di esultare che Madama incassa proprio sul finale di primo tempo il 2-1 ad opera ancora di Veretout, che finalizza al meglio la ripartenza nata da una punizione per i piemontesi e condotta da Mkhitaryan. 

JUVE IN DIECI - In apertura di ripresa la Vecchia Signora prova a riversarsi in avanti, anche se a rendersi pericoloso è Pedro con un bel destro a giro alzato in corner da Szczesny. Ancora più ghiotta la chance che al 56' capita a Dzeko: la percussione di Spinazzola consente al bosniaco di ritrovarsi solo soletto in area juventina, ma l'attaccante giallorosso centra il palo esterno. La risposta degli uomini di Pirlo sta nella girata - troppo debole e centrale - di Ronaldo. Al 62' il match vive un'altra svolta importante quando Rabiot si vede sventolare in faccia il secondo giallo, che costringe i suoi ad affrontare gli ultimi 30 minuti in inferiorità numerica. Dzeko potrebbe immediatamente approfittarne, ma il suo tiro viene bloccato a terra da Szczesny. 

CR7 SALVA LA SIGNORA - Se il bosniaco difetta in fase di realizzazione, Ronaldo non fa altrettanto: al 69' il cinque volte Pallone d'Oro sale in cielo per deviare in rete il cross di Danilo. La Roma non ci sta, ma la Vecchia Signora si difende bene, senza concedere palle gol ai rivali. E così dopo tre minuti di recupero la sfida va in archivio senza vincitori né vinti.