Antonio Conte
Antonio Conte

 

Roma, 19 luglio 2020 – E' finita in parità Roma-Inter, un punto per uno che forse non serve a nessuno. I nerazzurri non hanno accorciato il divario con la Juve che domani giocherà con la Lazio, mentre i giallorossi rimangono distanti dal quarto posto e vedono avvicinarsi Milan e Napoli. Ospiti in vantaggio con De Vrij, poi Spinazzola e Mkhitaryan ribaltano il risultato, ma nel finale un rigore di Lukaku fissa il punteggio sul due a due finale. Dubbi su un contatto tra Kolarov e Lautaro in occasione del pareggio del momentaneo pareggio della Roma, argomento di discussione nel post partita di Sky.

CONTE E IL CALENDARIO - Nonostante il pareggio Conte è soddisfatto della squadra e della stagione svolta fino a qui: “La squadra sta facendo ottime cose – ha affermato il tecnico – Siamo secondi e qualificati in Champions con quattro giornate di anticipo, siamo davanti a formazioni come Roma, Milan e Napoli in un campionato che è diventato competitivo in Italia. Spesso e volentieri l’Inter è sotto la lente di ingrandimento”. Ma è sul calendario e sulle difficoltà negli scontri diretti che il tecnico nerazzurro si toglie qualche sassolino dalla scarpa: “L’Inter ha perso l’abitudine negli ultimi dieci anni a giocare partite di questo tenore ed è un processo che non si conclude in due giorni. Io poi vorrei far notare anche il calendario e il nostro è folle, ci sta mettendo in difficoltà. Tutte le squadre che abbiamo affrontato avevano un giorno in più di riposo”. Si arriva anche all’episodio del contatto tra Kolarov e Lautaro che ha portato al pari della Roma con Guida che ha richiamato Di Bello al Var, ma la decisione iniziale non è stata cambiata: “Kolarov non prende palla ma il piede di Lautaro – ha attaccato Conte – Andare al riposo sull’uno a zero sarebbe stato diverso, perché siamo entrati in spogliatoio arrabbiati e sapevamo cosa era successo. Ma non ci voglio pensare, i ragazzi sono stati encomiabili, lavorano sodo e giocano ogni tre giorni e sono sotto pressione, non meritano un trattamento eccessivo”.

FONSECA RAMMARICATO – Visibilmente rammaricato il tecnico della Roma Fonseca per aver lasciato nel finale due punti per strada con l’errore grossolano di Spinazzola che ha causato il rigore su Moses poi trasformato da Lukaku: “E’ un’occasione persa, abbiamo lasciato due punti – ha affermato – L’Inter non ha creato praticamente nulla per fare gol, solo due situazioni da calcio da fermo. Sono soddisfatto per la prestazione della squadra ma non per il risultato. I due dietro la punta? Con questo modulo abbiamo più liberta sugli esterni, mentre Pellegrini e Mkhitaryan hanno possibilità di imbastire gioco. Penso che la squadra in generale sia sempre equilibrata”.