Hakimi, autore del momentaneo vantaggio dell'Inter
Hakimi, autore del momentaneo vantaggio dell'Inter

Roma, 10 gennaio 2021- Sembrava una partita ormai chiusa ma nei minuti finali uno squillo della Roma ha cambiato le carte in tavola: all'Olimpico i giallorossi fermano l'Inter sul 2-2, lo stesso risultato degli ultimi due incontri fra queste squadre avvenuti nella capitale.

Serie A: risultati e classifica

Primo tempo

Comincia meglio l'Inter nei minuti iniziali del primo tempo: senza spingere troppo, i nerazzurri creano occasioni grazie a Lukau e Lautaro che dopo 10 minuti chiama Pau Lopez alla grande parata. Nonostante questo è la Roma a passare in vantaggio al 17' con Pellegrini che sfrutta una deviazione fortuita di Bastoni per ingannare Handanovic e mettere la palla in rete a filo di palo. A nulla servono le veementi proteste di Barella per un presunto fallo di Veretout sull'azione che ha regalato il gol alla squadra di Fonseca. Alla prima vera occasione i giallorossi riescono a sbloccare la partita, ma è sempre l'Inter a premere di più trascinata dai suoi attaccanti, soprattutto da Lautaro che prima dell'intervallo si vede anche annullare un gol per fuorigioco.

Secondo tempo

Anche la ripresa comincia con un'Inter molto vivace e sempre presente nell'area di rigore avversaria, soprattutto con Lukaku che prima sbaglia il colpo di testa e poi sbatte contro il grandissimo intervento di Pau Lopez, provvidenziale in questa partita. Ma il gol del pari è nell'aria e arriva al 56' con un bellissimo colpo di testa di Skriniar su corner battuto da Brozovic. Sette minuti più tardi i nerazzurri ribaltano addirittura il risultato grazie a un super Hakimi che con il mancino manda la palla in rete, colpendo però prima la parte interna della traversa. Nonostante lo svantaggio la Roma riprende in mano il gioco, aiutata anche da qualche cambio non proprio ideale di Conte che decide di togliere dal campo Lautaro per far spazio a Perisic. Con un attaccante in meno contro, i giallorossi tornano all'arrembaggio e a quattro minuti dalla fine trovano il clamoroso pareggio grazie a un altro colpo di testa, questa volta di Mancini che raccoglie e trasforma in gol un calcio d'angolo battuto da Villar. Fonseca beffa all'ultimo i nerazzurri che falliscono l'aggancio al Milan al primo posto della classifica.

Leggi anche - Gare senza vittoria: ecco le squadre che non riescono più a vincere