Fonseca parla prima di Roma-Siviglia
Fonseca parla prima di Roma-Siviglia

Roma, 5 agosto 2020 - Partita da dentro o fuori, la Roma si gioca tutto nella sfida con il Siviglia. L'ottavo di finale di Europa League è un passaggio fondamentale della stagione giallorossa, che può ancora portare a una qualificazione in Champions tramite il percorso in questo torneo. Fondamentale però recuperare i pezzi chiave come Zaniolo e Pellegrini, reduci da infortuni differenti e con la possibilità di essere in campo nella sfida in terra tedesca: Zaniolo sicuramente, come ha confermato Fonseca, Pellegrini in forse, e nel caso con tanto di maschera protettiva per il suo infortunio al naso.

"Pellegrini è un'opzione, ma su di lui non ho deciso. Anche Cristante può giocare. Sicuramente ci sarà Zaniolo" ha detto l'allenatore portoghese facendo il punto sugli infortunati. Rinuncia sicura invece quella di Chris Smalling, tornato al Manchester United che non ha prolungato il prestito. "Era molto importante per noi, ma dobbiamo pensare a chi è qui. Al suo posto giocherà Ibanez, che prima dell'infortunio ha fatto sempre bene. Ho totale fiducia in lui" ha aggiunto Fonseca.

Non c'è più tempo però per piangersi addosso, ora la testa va a questa partita che può far terminare o proseguire la stagione della Roma. "Sappiamo che ci aspetta una partita decisiva, quindi la dovremo giocare perfettamente. I ragazzi sono motivati e io sono fiducioso". 

Partita così importante da far passare in secondo piano anche la vicinissima cessione della società. "In questo momento siamo concentrati solo sulla nostra gara. Dall'altra parte c'è un avversario fortissimo, con un grande allenatore. L'esperienza in questo tipo di competizioni è importante e loro hanno vinto cinque Europa League negli ultimi 15 anni. Non perdono da 17 partite. Sono in un buon momento, ma lo siamo anche noi. Sarà una sfida difficile contro una grande squadra" ha concluso Fonseca.