Paulo Fonseca, allenatore della Roma
Paulo Fonseca, allenatore della Roma

Roma, 27 aprile 2020- "Non abbiamo bisogno di un gran numero di giocatori, ma facciamo affidamento sugli attuali calciatori della Roma". Paulo Fonseca introduce il tema calciomercato durante un'intervista ai media ucraini: con il campionato fermo e gli allenamenti che potrebbero riprendere già fra qualche settimana, l'allenatore della Roma prova a fare il punto sulla sua rosa e su come rafforzarla in vista della prossima stagione.

Particolare curiosità da parte dei giornalisti è rivolta verso lo Shakhtar Donetsk, sua ex squadra: "Conosco molto bene le abilità dei giocatori dello Shakhtar. Potevano giocare nelle migliori squadre europee. Francamente, sono attento ai giocatori della squadra di Donetsk e vorrei, se possibile, contare su uno o due giocatori.  Forse ci sarà interesse per i rappresentanti della squadra di Donetsk. Devo capire che le trattative con lo Shakhtar sono estremamente difficili. Attualmente, i club vogliono pagare di meno per i nuovi giocatori. Dico solo questo: sceglierei un paio di giocatori per la Roma".

L'unica idea fissa dell'allenatore al momento resta Mkhitaryan, un rinforzo del quale non vuole fare a meno: "Ho già detto e confermo: voglio che Mkhitaryan rimanga. Anche Henrikh vuole restare. Tuttavia, dovrebbe essere chiaro che ora tutto è in pausa. Ora dobbiamo parlare con l’Arsenal. Voglio continuare a lavorare con lui. È un grande giocatore e uomo". Grande spazio è stato dato anche ad altri temi, come ad esempio il taglio volontario degli stipendi da parte dei giocatori della Roma e di tutto lo staff di Fonseca per dare una mano sul fronte economico anche gli altri dipendenti della società: "Devi capire che ora tutti stanno vivendo un momento molto difficile. Lo staff tecnico e io abbiamo deciso di aiutare il club in questo modo. Per diversi mesi daremo i nostri stipendi a favore della Roma. Questo è attualmente il modo perfetto per aiutare. Questo è importante".