Edin Dzeko (La Presse)
Edin Dzeko (La Presse)

Roma, 12 giugno 2019. Paulo Fonseca sta per diventare il nuovo tecnico della Roma, manca solo l’ufficialità. Intanto il tecnico portoghese ha salutato i suoi tifosi dello Shakhtar Donetsk con una lunga lettera in cui ricorda i momenti belli passati insieme e ringrazia quanti, dal presidente Rinat Akhmetov fino a quanti “hanno lavorato dietro le quinte”, hanno accompagnato il suo percorso. “Ricordo il giorno che sono andato a Kiev per firmare il contratto con lo Shakhtar. Tante motivazioni in testa, il desiderio di vincere e l’eccitazione dello sconosciuto – un nuovo Paese, nuove persone, tutto quello che mi circondava era lontano e sconosciuto. Sono passati tre anni. Oggi mi sono dimesso, lasciando la mia famiglia allo Shakhtar e lasciando la mia seconda casa, l’Ucraina” – si legge nella lettera – “Quell’Ucraina che mi ha dato moltissimo: qui ho raggiunto vittorie importanti e vinto trofei, la mia esperienza è stata unica. Ma la cosa più importante sono state le persone. Quelle stesse persone che sono state al mio fianco ogni giorno, quelle persone che hanno creduto in me e che mi hanno supportato”. Infine il tecnico dichiara tutto il suo entusiasmo per la nuova sfida che si appresta ad affrontare e saluta i suoi promettendo, in ogni caso, di tornare quanto prima: “Accetto ora questa nuova sfida. Ma l’Ucraina rimarrà per sempre nel mio cuore. Mio figlio è nato qui, qui ho passato anni felici. Non dico ‘addio’, ma ‘ci vediamo presto”.

DZEKO: “SONO ANCORA UN GIOCATORE DELLA ROMA”. Se per Fonseca manca solo la firma sul contratto ci sono altre importanti pedine dello scacchiere giallorosso che non sanno quale posizione occuperanno il prossimo anno e se resteranno alla corte di Pallotta. Uno di questi è Edin Dzeko, amore altalenante quello tra il bosniaco e la Roma che potrebbe concludersi nel corso di quest’estate. “Sono ancora un giocatore della Roma” – ha detto l’attaccante nel post partita di Italia vs Serbia, match utile alle qualificazioni agli Europei 2020, che ha visto gli azzurri avere la meglio in rimonta – “È stata una stagione molto lunga, ora pensiamo alle vacanze e poi vedremo che succede”. Stesso discorso per Robin Olsen, titolare della porta giallorossa ma che non è riuscito nella difficile impresa di non far rimpiangere Allison. “Cosa farò quest’estate? Ora vado a casa e vado in vacanza”, ha detto ai cronisti dopo il match tra Spagna e Svezia terminato per 3 reti a zero per gli spagnoli e non ha voluto rispondere ad alcuna domanda sul suo futuro in giallorosso.