Respinto il ricorso della Roma sul caso Diawara
Respinto il ricorso della Roma sul caso Diawara

Roma, 16 marzo 2021- Non cambia la classifica della Roma: il collegio di garanzia del Coni non ha accolto il ricorso della squadra giallorossa per quanto riguarda il caso Diawara e la conseguente sconfitta a tavolino subita contro il Verona nella prima giornata di questo campionato.

Confermato il risultato

Non c'è stata nessuna possibilità di revoca per la Roma che sperava di veder sovvertita la sentenza per rendere valido lo 0-0 maturato sul campo contro il Verona. Invece il collegio di garanzia del Coni ha ribadito quanto decretato dal giudice sportivo qualche settimana dopo l'accaduto: il ricorso, supportato dalla buona fede dell'errore commesso, non è stato accettato e per i giallorossi resta valida la sanzione della sconfitta a tavolino che conferma di conseguenza i 50 punti in classifica al pari con il Napoli.

Il caso Diawara

Tutto è cominciato subito dopo la partita pareggiata contro il Verona: la Roma aveva messo in campo Diawara senza però averlo inserito nella lista dei giocatori consegnata alla Figc prima dell'inizio di questo campionato. Il giocatore, non più Under 23, non era dunque convocabile dai giallorossi che in quel momento non si sono resi conto dell'errore, lasciandolo così entrare a partita in corso. La difesa della squadra dei Friedkin si basava sul fatto che il mancato inserimento del centrocampista non alterava comunque la lista. In pratica il posto lasciato vuoto da Diawara non era stato colmato da nessun altro nome, dimostrazione della buona fede da parte dei dirigenti che avevano compilato la lista, convinti che il giocatore non avesse compiuto ancora i 23 anni.

Leggi anche - Milan, i recuperi in vista del ritorno contro lo United