Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
5 apr 2022

Roma, il quarto posto è possibile? Il calendario nasconde ancora insidie

Tre scontri diretti all'orizzonte e la grande incognita della Conference League

5 apr 2022
ada cotugno
Sport
Mourinho è atteso da un finale di stagione infuocato
Mourinho è atteso da un finale di stagione infuocato
Mourinho è atteso da un finale di stagione infuocato
Mourinho è atteso da un finale di stagione infuocato

Roma, 5 aprile 2022 - La Roma ha ripreso la sua marcia grazie alla vittoria in trasferta contro la Sampdoria. La classifica è sempre più corta e nella mente di Jose Mourinho risuona in lontananza la musichetta della Champions League, uno dei grandi obiettivi stagionali che sembrava essere sfumato. I numeri e le distanze con le avversarie però disegnano un nuovo quadro, dove il quarto posto è ancora alla portata nonostante un calendario che offrirà ai giallorossi ancora partite dura da qui alla fine di questo campionato.

Tre scontri diretti all'orizzonte

Nelle ultime cinque partite la Roma ha trovato quattro vittorie e un pareggio che le hanno consentito di accumulare punti e risalire la classifica, fino a portarsi a cinque punti di distanza dalla Juventus e dal quarto posto che garantirebbe l'accesso in Champions League. Allegri ha confermato di temere la rimonta dei giallorossi, soprattutto alla luce degli ultimi risultati, e in effetti lo scenario non sembra improbabile. Il rendimento dei ragazzi di Mourinho è salito di livello ma la prova del nove arriverà adesso: nelle ultime sette partite della stagione il calendario nasconde gli scontri diretti contro Napoli, Inter e Fiorentina, da giocare tutti fuori casa. Saranno partite non semplici ma che potrebbero avere un peso specifico importante, soprattutto se dovessero essere accompagnate dalle vittorie contro le più abbordabili Salernitana, Bologna, Venezia e Torino.

L'insidia Conference League

Nel mezzo ci sarà la doppia sfida dei quarti di finale di Conference League contro il Bodo/Glimt, un vero e proprio incubo per la Roma che ha segnato una netta spaccatura nel mezzo di questa stagione. La pesante sconfitta in Norvegia nella fase a gironi ha portato Mourinho a scegliere bene i suoi fedelissimi bocciando le seconde linee, ma adesso la situazione è completamente diversa perché in palio c'è un trofeo e i giallorossi hanno trovato la propria dimensione non senza sacrifici. La Conference sarà vera incognita di questo finale di stagione, ma anche l'unica via possibile per concludere il campionato con una nuova coppa in bacheca.

Leggi anche - Lazio, due big potrebbero lasciare la capitale

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?