Michy Batshuayi (AFP)
Michy Batshuayi (AFP)

Roma, 14 agosto 2019 - Il mercato della Roma ancora nel vivo. Tante le trattative aperte sia in entrata che in uscita: in attacco torna di moda il nome di Batshuayi, già sondato nelle scorse sessioni di mercato quando si parlava di una possibile partenza di Edin Dzeko, ma adesso uscito nuovamente come possibile alternativa a Schick. Chiaramente la Roma vuole tutelarsi e non andrebbe ad acquistare il belga per sostituire Dzeko, ma lo prenderebbe solamente una volta lasciato partire, anche se solo in prestito, Patrick Schick.

Batshuayi piace, così come l'idea di prendere entro la fine della settimana il centrale da affiancare a Mancini nella prossima stagione. Continuano a essere Lovren e Rugani i nomi forti, con i giallorossi vicini a scegliere il prossimo colpo: per Lovren il problema più che i 25 milioni di cartellino sembrano essere i 3 milioni di ingaggio richiesti dal calciatore e per questo nelle ultime ore la posizione di Rugani ha preso quota in maniera credibile, anche se non definitiva. Il centrale della Juventus potrebbe essere escluso per motivi di rosa e la Roma avrebbe l'opportunità di chiudere per una cifra sui 30 milioni.

In uscita invece oltre alla delicata situazione Dzeko (con l'Inter si continua a trattare per uno scambio con Icardi ma sono molte le cose da sistemare), ci sono ancora tanti esuberi. Uno di questi è Steven Nzonzi, che piace al Galatasaray: dopo un incontro fra i club c'è solamente da definire la modalità del prestito. Il Galatasaray chiederebbe un prestito gratuito prendendosi a carico l'intero ingaggio del calciatore, mentre la Roma chiederebbe un prestito oneroso per tutelare quantomeno la sua perdita. Le parti non sembrano molto distanti e la Roma piazzerebbe così uno dei suoi esuberi dopo l'addio di Karsdorp e la mancata cessione di Olsen al Montpellier.